Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Afghanistan, ancora caos all’aeroporto di Kabul. Prosegue operazione umanitaria, martedì vertice G7

afghanistan operazione umanitaria
Le "condizioni sul terreno rimangono estremamente impegnative", dice il ministero della Difesa britannico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – E’ caos a Kabul, dove sono almeno sette i cittadini afghani che hanno perso la vita mentre cercavano di entrare nell’aeroporto per mettersi in fuga dal paese nelle ultime ore. Lo riporta un comunicato della difesa britannico. Secondo fonti della Nato, sarebbero venti i civili che questa settimana hanno perso la vita nello scalo della capitale afghana.

Le “condizioni sul terreno rimangono estremamente impegnative, ma stiamo facendo tutto il possibile per gestire la situazione nel modo più sicuro possibile”, recita il comunicato del ministero.

Il presidente Usa Biden ha intanto annunciato la volontà di coinvolgere anche le compagnie aeree civili per incrementare i voli per l’evacuazione dei civili afghani.

Giorni senza sosta per le Forze Armate impegnate in Afghanistan in una straordinaria operazione umanitaria di evacuazione. A loro il mio grazie personale e di tutto il governo. Un lavoro intenso, svolto in collaborazione tra Difesa, Esteri, Interni e Presidenza del Consiglio”. Così il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, su twitter.

Martedì convocherò i leader del G7 per colloqui urgenti sulla situazione in Afghanistan. È fondamentale che la comunità internazionale collabori per garantire evacuazioni sicure, prevenire una crisi umanitaria e sostenere il popolo afghano per assicurarsi i guadagni degli ultimi 20 anni”. Lo annuncia il premier inglese Boris Johnson su twitter.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»