Secondo giorno di consultazioni. Meloni: “Voto subito o incarico a esponente di Centrodestra”

La leader di Fratelli d'Italia: "Salvini l’ho sentito, penso che se andassimo alle elezioni ci sarebbe una compagine formata sicuramente da Lega e Fdi"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La posizione di Fratelli d’Italia è “sciogliere le Camere per andare a elezioni immediate. Altrimenti bisogna ripartire dalle elezioni del 2018 e prendere l’ipotesi di affidare il mandato a un esponente di centrodestra. Altre ipotesi non ci sono perché sarebbe una ferita per la democrazia”. Lo ha detto la presidente di Fdi, Giorgia Meloni, parlando al Quirinale dopo le consultazioni con Mattarella.

LEGGI ANCHE

Consultazioni, per le Autonimie ok a Conte bis. Gruppo misto: “No a voto, sì a governo Pd-M5s”

MELONI: MATTARELLA COSTRETTO A SCEGLIERE TRA PARLAMENTO E POPOLO

Le elezioni anticipate sono “l’unico esito possibile e rispettoso dell’Italia e della Costituzione, il presidente Mattarella si trova costretto a scegliere tra due diverse visioni costituzionali: una maggioranza che si può formare in parlamento e la sovranità che appartiene al popolo come prevede l’articolo 1 della Carta, per noi prescrizione tra le più vincolanti della nostra costituzione”, prosegue Meloni. “La nostra idea è che non sia inevitabile avere una maggioranza in parlamento che non ha consenso tra i cittadini, lo ritengo irrispettoso della volontà popolare e della nostra democrazia. Non credo- conclude- che i nostri padri costituenti prevedessero una maggioranza parlamentare fatta di partiti che se andassero alle elezioni andrebbero a casa”.

MELONI: PARLATO CON SALVINI, INTESA LEGA-FDI. FI? VEDIAMO

“Salvini l’ho sentito, penso che se andassimo alle elezioni ci sarebbe una compagine formata sicuramente da Lega e Fdi, vedremo il ruolo di Forza Italia ma sarebbe già maggioritaria nel paese”. 

MELONI: SALVINI DOVEVA ROMPERE PRIMA PER ANDARE AL VOTO

“Avremmo voluto trovarci qui qualche mese fa e avremmo voluto che qualcuno ci avesse dato retta sul fatto che il governo gialloverde non poteva durare all’indomani delle europee. Se così fosse stato gli esiti della crisi sarebbero meno incerti e le elezioni inevitabili”. Lo ha detto la presidente di Fdi, Giorgia Meloni, parlando al Quirinale dopo le consultazioni con Mattarella.

MELONI: GOVERNO PD-M5S DURERÀ SOLO QUALCHE MESE

“Gli italiani vogliono un governo stabile, l’unico modo di averlo adesso è andare a votare. Avremmo un governo coeso, con un programma comune e che durerebbe 5 anni assumendosi le sue responsabilità. Tutto il resto è destinato a durare qualche mese: gente che fino a ieri si insultava non può andare avanti a lungo, la politica è una cosa seria”. Lo ha detto la presidente di Fdi, Giorgia Meloni, parlando al Quirinale dopo le consultazioni con Mattarella. “Il centrodestra ha vinto tutte le ultime elezioni, si sa che cosa vogliono gli italiani: una lotta contro l’immigrazione clandestina e il taglio delle tasse. Non mi convince la favola che il governo Pd-5 stelle serva per bloccare le clausole di salvaguardia- ha spiegato- Renzi e Di Maio hanno grandi responsabilità per accumulo delle clausole, sono loro che hanno contribuito a creare il problema. E’ possibile disinnescarle con un governo diverso”, ha concluso. Con il Capo dello Stato abbiamo avuto un confronto ‘schietto, franco’”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

22 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»