Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Firmato l’accordo tra sindacati e l’ex Ilva di Genova: sospeso lo sciopero

ex ilva genova
Prevista la cassa integrazione Covid per 13 settimane per tutti i 981 lavoratori a rotazione, per un massimo di 220 persone al giorno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – Fumata bianca nell’incontro di oggi pomeriggio tra i lavoratori ex Ilva dello stabilimento di Cornigliano, a Genova, e l’azienda. I sindacati hanno firmato l’accordo sulle nuove modalità previste per la cassa integrazione Covid e sospeso ogni forma di sciopero. L’ammortizzatore è confermato per 13 settimane, per tutti i 981 lavoratori a rotazione, per un massimo di 220 persone al giorno. Ma l’accordo prevede 10 giorni lavorativi effettivi al mese, escluse ferie e permessi, aumentando così le ore retribuite perché in precedenza ferie e permessi erano conteggiati all’interno dei 10 giorni.

Di fatto, spiegano i sindacati, ai lavoratori sarà garantito uno stipendio non inferiore all’80%. Inoltre, la messa in libertà arrivata ieri per 17 lavoratori è stata annullata e trasformata in cassa integrazione. Domani mattina, dalle otto alle nove, assemblea retribuita per consentire alla rsu di spiegare ai lavoratori i contenuti dell’accordo.

LEGGI ANCHE: Lavoratori dell’ex Ilva di Genova ancora in stato d’agitazione. Contestato il ministro Orlando

Abbiamo ripristinato la normalitàcommenta alla Dire il coordinatore della Rsu e delegato della Fiom, Armando Palombo– ma non posso dire di essere contento perché rimangono tutte le criticità sulla manutenzione, sugli impianti che non funzionano, sulla mancanza di investimenti. Oggi c’è stato un nuovo sopralluogo della Asl e sono arrivate ulteriori prescrizioni per gli impianti della lavorazione della latta”. Certo, prosegue il sindacalista, “registro che l’accordo lo abbiamo firmato dopo l’insediamento del nuovo cda: non so se è già merito dei nuovi manager, ma sicuramente l’atteggiamento arrogante, da bugiardi e da vecchi padroni delle ferriere che abbiamo visto fino a ieri, oggi è cambiato“.

LEGGI ANCHE: Ilva Genova, lavoratori “occupano” commissione: rinviata

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»