Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Incendio doloso a Modena dopo una lite: 21 feriti, due in gravi condizioni

incendio
Le fiamme sono divampate la notte scorsa in una palazzina in via Emilia Ovest: tra le persone trasportate immediatamente ai tre ospedali della zona anche una bambina di due anni, livemente intossicata dai fumi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MODENA – Un incendio doloso, a quanto pare legato ad una lite tra residenti, è scoppiato la notte scorsa attorno all’una in una palazzina in via Emilia Ovest, a Modena, e ha fatto passare una notte dir poco movimentata agli operatori sanitari. Sono state 21, tra adulti e una minorenne, le persone ferite a causa dell’incendio che ha colpito l’edificio: 9 sono state trasportate al Policlinico, 6 all’ospedale civile di Baggiovara e 6 all’ospedale di Sassuolo. E sono stati sei anche i mezzi di Modena Soccorso impegnati a fianco dei Vigili del fuoco e delle Forze dell’ordine.

Dei 9 feriti gestiti al Policlinico, i più gravi sono due maschi di 21 e 29 anni: sono stati trasportati dall’elisoccorso di Bologna, uno al centro grandi ustionati di Parma e uno a quello di Verona. È stata riscontrata inoltre una lieve intossicazione, causata dai fumi dell’incendio, per altre 7 persone: si tratta di 3 maschi, di 34, 27 e 36 anni, e di 4 femmine, di 38, 29, 28 e 2 anni. Tutti sono stati dimessi. Dimessi anche i 6 pazienti portati all’ospedale civile: si tratta, continua l’azienda ospedaliera nel suo bollettino, di 4 maschi (di 25, 35, 52, 66 anni) e di 2 femmine (di 37 e 43 anni), che hanno registrato lievi intossicazioni da monossido. Tutti dimessi anche i 6 pazienti portati a Sassuolo, 4 uomini e due donne, che se la sono cavata a loro volta con leggere intossicazioni.

È stato un grande lavoro di squadracommenta il dottor Stefano Toscani, direttore del dipartimento interaziendale di Emergenza-Urgenza– che ci ha consentito di gestire un notevole numero di pazienti in poco tempo. Grazie all’organizzazione Hub e Spoke del dipartimento, tramite un coordinatore 118 sul posto e secondo un nostro protocollo che stabilisce la capacità di gestione all’ora di ogni singolo pronto soccorso provinciale, abbiamo distribuito i pazienti sui Pronto soccorso più vicini all’evento, garantendo tempestività ed efficienza ed evitando di concentrarli in un unico ospedale. L’elisoccorso regionale ha completato la gestione- evidenzia Toscani- intervenendo con supporto rianimatorio nei trasporti a lunga percorrenza di casi particolarmente gravi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»