Di Maio: “Conte a capo del M5s? Si iscriva”

Il leader del M5s interviene anche sulla questione dei fondi europei: i tempi dell'erogazione "sono un punto determinante"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Il presidente del Consiglio Conte potrebbe essere il capo politico del M5s? A domanda, in un’intervista a Repubblica il ministro degli Esteri Luigi Di Maio risponde: “Questo deve chiederlo a Conte. Da parte mia le dico che sarei molto felice se scegliesse di iscriversi al Movimento. Sarebbe una grande risorsa in piu’ su cui contare”.

“UE, ORA NIENTE LUNGAGGINI”

Il merito del successo nella trattativa europea su Next generation Eu “è di tutta la squadra, anche di chi sta dietro le quinte. Il risultato è del collettivo, rappresentato dal presidente del Consiglio Conte che ha mostrato determinazione, si è battuto con tutta la delegazione italiana e il corpo diplomatico”, commenta Di Maio nel corso dell’intervista.

Per Di Maio i tempi dell’erogazione dei fondi “sono un punto determinante”. La nostra economia “non può reggere i tempi della burocrazia europea. E poi c’è il tema del Patto di Stabilità”, la revisione o una proroga della sospensione “è fondamentale”. In Italia, “se non diminuiamo il carico fiscale i consumi non ripartono. Poi vanno incentivate le attività produttive che dalla pandemia hanno subito l’impatto maggiore. E bisogna attrezzarsi sul fronte sanitario, realizzare ospedali dove non ci sono, garantire assistenza alle fasce più deboli, creare opportunità per i più giovani. Vanno protetti i posti di lavoro“. Con il Recovery, “bisogna mettere in piedi dei progetti su digitalizzazione ed economia sostenibile legata alle imprese e digitalizzare completamente la pubblica amministrazione”.

LEGGI ANCHE: Accordo da 750 miliardi per il Recovery Fund, 390 saranno sovvenzioni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

22 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»