La Barcolana edizione 52 sfida il Covid, non i record

Nel 2020 la regata più grande al mondo cambia volto: "L'importante è esserci, il motto è 'Together'"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

TRIESTE – Barcolana, la regata più grande al mondo, nell’edizione 52 prende il coronavirus “per le corna” e pur rinunciando alla tradizionale rincorsa al record di partecipazione nel golfo di Trieste, non rinuncia a fare un grande evento. Lo sottolinea il presidente della Società velica Barcola-Grignano, Mitja Gialuz, presentando l’evento che si svolgerà l’11 ottobre prossimo, con “Together-Insieme” come parola d’ordine dell’edizione. “Tutti gli armatori ci hanno confermato che vogliono essere protagonisti anche quest’anno della Barcolana”, spiega Gialuz, annunciando le novità dell’edizione. Prima tra tutte l’obbligo per le imbarcazioni che si iscriveranno on-line di avere un ormeggio nel golfo di Trieste, proprio per evitare i noti assembramenti tra imbarcazioni sulle Rive. A chi non l’ha, l’organizzazione ne fornirà gratuitamente uno fino a esaurimento dei 400 ormeggi extra messi a disposizione per l’evento tra Porto Vecchio, Rive, bacino San Giusto e Molo Audace.

Il Villaggio Barcolana quest’anno sarà diverso e punterà su uno speciale ‘layout’ in piazza Unità e davanti la Scala Reale. Per quel che riguarda la somministrazione di cibo e bevande, gli organizzatori puntano a coinvolgere direttamente i ristoranti e bar del territorio.

“Quest’anno non contano i numeri, non conta tanto fare dei record, ne abbiamo già bruciati tutti. Quest’anno conta esserci e fare un evento importante per la vela, per la città e tutto il territorio”, sottolinea Gialuz. E aggiunge: “Non facciamo finta che il Covid sia superato, perché non lo è. Naturalmente dovremo convivere con questa situazione per tanto tempo, e Barcolana è un’occasione per educare le persone al rispetto delle norme”. E le norme sono dettate dalla Federazione italiana vela, conclude il presidente: “Occorre mantenere il distanziamento a bordo, tranne durante le manovre, e nel periodo precedente la regata bisogna tenere la mascherina indossata”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

22 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»