Pd nel caos, Faraone pronto alla scissione: “Cacciato per ‘vaffa’ ad alleanza con M5S”

Un'intervista sul Corriere del dem Franceschini apre lo scontro in casa Pd, il renziano Faraone: "Se intesa con M5S scissione inevitabile"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Le contestazioni che hanno portato all’annullamento dell’elezione di Davide Faraone a segretario del Pd Sicilia “non hanno alcuna base”. Ne è convinto lo stesso senatore renziano che a margine di una conferenza stampa, a Palermo, ha parlato di “una scelta politica dimostrata dall’intervista di Franceschini e dalle parole di Giuseppe Lupo (capogruppo dem all’Ars, ndr) che propone l’accordo con i Cinquestelle. Io gli avevo detto un bel ‘vaffa’, come usato in passato da Grillo, proprio qualche giorno prima. Avevano bisogno di togliersi di mezzo Faraone per fare l’accordo con il Movimento cinque stelle in Sicilia – ha concluso -, il resto sono tutte fesserie”.

LEGGI ANCHE: Pd, Zingaretti: “Nessun governo con il M5S, Franceschini chiarissimo”

“Dall’intervista di Franceschini sull’ipotesi di accordo con il Movimento cinque stelle si capisce chiaramente il motivo per cui sono stato cacciato” insiste Faraone.

“Credo che il Pd non possa fare ciò che ha proposto Franceschini – ha continuato il senatore dem -, ovvero fare un accordo con una forza politica che fino ad ora, riferendosi al caso Bibbiano, continua a dire che il Pd toglie i bambini alle famiglie, usando l’elettroshock, per poi venderseli. Le parole di Franceschini – ha concluso faraone – mi spaventano”.

LEGGI ANCHE: Franceschini apre all’alleanza Pd-M5S, Di Maio lo gela: “Noi diversi da chi non si schiera su Bibbiano”

“Faraone dice ‘no’ all’inciucio e per questa ragione, quindi, va cacciato”, ha continuato l’ex segretario regionale del Pd che ha anche confermato di avere “sospeso” la sua iscrizione dal partito. “Ma non ci fermeremo – dice -, non passeremo la mano e rilanciamo a partire dalla Leopolda sicula”.

“L’intervista di Franceschini è gravissima. L’idea che lui consideri una cosa diversa M5s e Lega, mentre per me sono la stessa cosa, mi vede lontano da lui anni luce. Se il Pd dovesse andare in quella direzione – ha aggiunto – penso sia inevitabile costruire una forza politica nuova che impedisca percorsi di questo tipo”.

LEGGI ANCHE: Renzi rilancia la linea del ‘#senzadime’, Franceschini ironizza: “Analisi politica sofisticata”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

22 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»