Jova Beach Party, cancellata la data di Albenga. Come ottenere il rimborso del biglietto

A causa di una forte mareggiata verificatasi martedì scorso che ha eroso 12 metri di spiaggia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – E’ stata cancellata la data di Albenga del Jova Beach Party. L’evento estivo firmato Lorenzo Jovanotti perde una delle tappe sulle spiagge italiane a causa di una forte mareggiata verificatasi martedì scorso che ha eroso 12 metri di spiaggia.

Su Facebook il cantante ha comunicato la sua delusione al riguardo attraverso un post, tentando di consolare i fan impegnandosi in prima persona affinché i biglietti possano essere “validi per un’altra occasione più vicina possibile ad Albenga che possa comunque accontentare il pubblico ligure lombardo e piemontese e che comunque, in alternativa, i biglietti saranno rimborsati al 100% compreso il diritto di prevendita”.

Come ottenere il rimborso del biglietto

La produzione sta cercando una possibile location alternativa che possa soddisfare gli spettatori dell’area nordovest, in sostituzione della data ligure. Nel giro di qualche giorno saranno date ulteriori comunicazioni.

In alternativa il rimborso dei biglietti sarà reso disponibile da lunedì 29 luglio fino al 31 agosto. Di seguito i termini per il rimborso: 

BIGLIETTI ACQUISTATI PRESSO I PUNTI VENDITA TICKETONE:
Il rimborso dei biglietti potrà essere richiesto presso il Punto Vendita in cui è stato effettuato l’acquisto entro e non oltre il 30 AGOSTO 

BIGLIETTI ACQUISTATI SUL SITO WWW.TICKETONE.IT O TRAMITE CALL CENTER:
I biglietti acquistati on line sul sito TicketOne o telefonicamente tramite i nostri Call Center verranno rimborsati totalmente (compresi i diritti di prevendita), escludendo unicamente le commissioni di servizio e gli eventuali servizi di spedizione già effettuati e fatturati, ed eventuali altri servizi acquistati, come da modalità regolamentata nei termini e condizioni di acquisto del nostro sito. 

Biglietti acquistati con ritiro sul luogo dell’evento 
Il rimborso dei biglietti acquistati on line sul sito TicketOne.it o telefonicamente tramite i nostri Call Center potrà essere richiesto scrivendo all’indirizzo email [email protected] entro e non oltre il 30 AGOSTO

Il rimborso verrà effettuato mediante riaccredito sulla carta utilizzata per l’acquisto o altro metodo di pagamento utilizzato in fase di acquisto. Tale operazione di riaccredito avrà inizio a partite dal ricevimento della mail di richiesta e la visibilità del riaccredito sarà possibile dal mese successivo. 

Biglietti acquistati con spedizione tramite corriere espresso:
Il cliente dovrà spedire i biglietti tramite raccomandata con ricevuta di ritorno entro 23 AGOSTO (data timbro postale) presso: 

TicketOne S.p.A.
Via Vittor Pisani 19
20124 Milano
C.a. Divisione Commercio Elettronico 

Il rimborso verrà effettuato mediante riaccredito sulla carta utilizzata per l’acquisto o altro metodo di pagamento utilizzato in fase di acquisto. Tale operazione di riaccredito avrà inizio a partite dal ricevimento della raccomandata e dalla verifica del suo contenuto. 
La visibilità del riaccredito sarà possibile dal mese successivo. 

Tutti coloro che hanno acquistato i biglietti on-line sul sito TicketOne o telefonicamente tramite i Call Center TicketOne riceveranno all’indirizzo indicato in fase d’acquisto l’e-mail del Customer Care di TicketOne contenente tutte le modalità specifiche per il rimborso. Chi non dovesse riceverla o avesse bisogno di ulteriori informazioni è pregato di utilizzare il form ”Contattaci” che si trova all’indirizzo https://www.ticketone.it/help.

Jovanotti: “Prima di tutto c’è la sicurezza del pubblico, sempre”

“Lavoriamo da novembre a questo progetto ogni giorno e se si cancella una data devono esserci ragioni indiscutibili- scrive Jovanotti-. Da parte mia farò tutto quello che posso per tutelare il mio pubblico in tutti i sensi. Prima di tutto c’è la sicurezza del pubblico, sempre. Il punto è che negli ultimi giorni/ore si è modificata l’area per via del maltempo recente. La spiaggia di Albenga viene monitorata dallo scorso novembre tutti i giorni e nessuno si aspettava che la mareggiata di martedì scorso erodesse 12 metri di spiaggia, evento stranissimo in questa stagione e più comune in inverno e primavera (di solito durante l’estate la spiaggia recupera) . Tutta la Liguria è stata soggetta a cose simili in questi giorni, come ho avuto modo di approfondire anche dai giornali di questa mattina si stratta di un fenomeno piuttosto comune. Tra l altro ad Albenga erano stati messi in vendita un numero di biglietti inferiore alla capienza effettiva proprio per prevenire la possibilità di piccole erosioni nella norma ma 12 metri non rendono agibile l’area per il tipo di festa che è #jovabeachparty e soprattutto non mi danno garanzie dal punto di vista della sicurezza del pubblico e infine non vengono firmate le autorizzazioni dagli organi competenti. Cancellare una data comporta problemi sotto tutti gli aspetti (immaginatevi un team di 1000 persone che gira per tutta italia con stanze prenotate viaggi etc) e soprattutto un dispiacere per chi, io per primo, non vedeva l’ora di essere lì. Ma la sicurezza del pubblico è la prima cosa e in questo senso l’imprevedibilita degli eventi naturali non è possibile da discutere- aggiunge il cantante-. Si chiama “causa di forza maggiore” perché comanda lei, la. Organizzare una data di #jovabeachparty comporta mesi di lavoro , come è stato per Albenga . Non è una cosa che si fa in tre giorni, ma avrò presto notizie da darvi. I miei stanno lavorando giorno e notte per una soluzione che possa accontentare molti. Mi dispiace, so che è un grande disagio per chi ha pianificato vacanze o prenotato hotel ,ma non ci sono proprio le condizioni dopo le ultime mareggiate. Per ora posso solo dirvi questo e attendere novità facendo pressione per averle al più presto”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

22 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»