Treni, incendio doloso a impianti Firenze: ritardi fino a 3 ore. Salvini: “Verificheremo collegamenti con i No Tav”

Regionali e linea veloce interrotti tra Rovezzano e Campo Marte. la circolazione è stata completamente ferma fra le 5 e le 8 di stamani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sta gradualmente riprendendo la circolazione ferroviaria sulla linea direttissima Roma- Firenze. I tecnici di Rete ferroviaria italiana hanno ripristinato una prima parte dei cavi danneggiati dall’incendio di questa mattina a Rovezzano, incendio risultato doloso dalle prime indagini dell’autorità giudiziaria, riferisce una nota della società. Intanto salgono a 42 i treni ad Alta velocità sia di Trenitalia che di Italo cancellati da stamani. Si prevedono ripercussioni nel pomeriggio tanto nel tanto traffico veloce che in quello regionale in corrispondenza dei principali nodi metropolitani. Le squadre sono ancora al lavoro per riparare i danni provocati alla linea convenzionale Roma- Firenze. Con l’incendio, si sottolinea dalle Fs, i sistemi tecnologici di Rfi hanno fermato automaticamente tutti i treni in viaggio sulle linee interessate, garantendo la massima sicurezza per i viaggiatori. A causa degli accertamenti dell’autorità giudiziaria la circolazione è stata completamente interrotta fra le 5 e le 8 di stamani.

SALVINI: VERIFICHEREMO EVENTUALI COLLEGAMENTI CON NO TAV

“Massimo impegno per assicurare i delinquenti alla giustizia: meritano anni di galera, visto che hanno bloccato l’Italia e rovinato la giornata a molti italiani. Oggi pomeriggio sarò personalmente a Rovezzano per rendermi conto della situazione. Se sarà confermata la pista anarchica, verificheremo eventuali collegamenti con i No Tav che negli ultimi giorni hanno aggredito le Forze dell’Ordine: in ogni caso, da tutti i partiti e dall’intero governo ci aspettiamo una dura condanna delle violenze e un deciso Sì alla Torino Lione”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

LEGGI ANCHE Il 24 e il 26 luglio è sciopero generale dei trasporti

SALVINI: “QUESTO ATTENTATO NON RESTERÀ IMPUNITO”

“L’attentato di oggi ha causato danni a centinaia di migliaia di italiani. Ho letto di una rivendicazione anarchica, chiunque sarà responsabile di questo disservizio sarà punito serenamente. Non resterà impunito questo atto di criminalità”. Lo afferma il ministro dell’Interno e vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, parlando nel corso di una conferenza stampa dell’incendio doloso a Rovezzano che ha mandato in crisi l’intera rete dell’alta velocità fra Firenze e Roma.

“IN GALERA IMBECILLI CHE ROVINANO GIORNATA DI LAVORO”

“Tutti sono già al lavoro- dice ancora il vicepremier-. Se sarà dimostrato che si tratta di un caso di criminalità”, l’auspicio è di “mettere in galera questi imbecilli che hanno rovinato una giornata di lavoro a decine di migliaia di italiani con il folle presupposto di combattere lo Stato”.

“Non è un attacco allo Stato, ai poteri forti- precisa- è un danno ai lavoratori che hanno perso un giorno di lavoro. Spero che qualcuno finisca in galera se verranno trovate delle responsabilità che mi sembrano chiare” anche alla luce del fatto che ci sono “tre danni contestuali negli stessi minuti”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

22 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»