Immigrazione. Mattarella: “Non è un problema solo nostro, ma di tutta l’Ue”

"Noi consideriamo la decisione dell'Unione europea di distribuire sia pure su
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

sergio_mattarella“Noi consideriamo la decisione dell’Unione europea di distribuire sia pure su base volontaria” i migranti “sia un primo passo importante per la condivisione di un problema che non è solo maltese o italiano ma di tutta l’Unione europea”. Coì il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nel corso di un punto stampa con il capo di stato maltese Marie Louis Coleiro Preca, a proposito della gestione del fenomeno dei migranti.

Un dialogo collaborativo per aiutare i paesi da cui si originano i flussi migratori e quelli su cui transitano questi flussi, è per il Capo dello Stato “la risposta più intelligente che si possa dare”.

E sul fenomeno del terrorismo, richiede “una risposta ferma e intelligente”. D’altronde,  “le democrazie si dimostrano superiori rispetto ad altri sistemi- ha aggiunto Mattarella- perché hanno una capacità di collaborazione che smentisce la propaganda intollerante su cui si basa il terrorismo”.

Di Alfonso Raimo – GIornalista Professionsita

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»