Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Università di Bologna conferisce laurea ad honorem a Emma Pezemo, uccisa brutalmente dal fidanzato

emma pezemo_foto assemblea legislativa er
L'Alma Mater ha deciso anche di intitolare un'aula alla giovane studentessa scomparsa, per "far sì che il suo nome diventi un simbolo della lotta contro il femminicidio"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Emma Pezemo, la giovane studentessa dell’Alma Mater di Bologna uccisa in maniera brutale dal suo fidanzato nel maggio scorso, riceverà una laurea alla memoria da parte della sua Università, che intitolerà a lei anche un’aula per mantenere vivo il suo ricordo e come simbolo della lotta contro il femminicidio.

La cerimonia è in programma mercoledì prossimo, 23 giugno, alle 9.30 nella sede del Dipartimento di Sociologia e Diritto dell’Economia in Palazzo Hercolani, in Strada Maggiore a Bologna. Alla cerimonia interverranno il rettore Francesco Ubertini, le prorettrici Elena Trombini e Chiara Elefante, la direttrice del Dipartimento Claudia Golino, la coordinatrice del corso di laurea in Sociologia e servizio sociale, a cui Emma era iscritta, Paola Parmiggiani e una rappresentante degli studenti del corso, Silvia Mazzaglia. Presente anche l’assessora a Scuola e Pari opportunità del Comune di Bologna, Susanna Zaccaria.

L’intitolazione dell’aula a Emma, spiega l’Alma Mater, “ha l’intento di mantenere vivo il suo ricordo, la sua determinazione e passione per lo studio e per il servizio all’Ateneo. Ma anche di far sì che il suo nome diventi un simbolo della lotta contro il femminicidio e ciò sia traccia indelebile dell’impegno che il Dipartimento e l’intero Ateneo portano e porteranno avanti con sempre maggiore forza per una riflessione collettiva sulla lotta alla violenza di genere, che è uno dei mali più diffusi che pervade la società di oggi”. Gli organi accademici, inoltre, hanno approvato ieri la richiesta avanzata sempre dal dipartimento di conferire a Emma, che era in procinto di laurearsi, anche la laurea alla memoria.

LEGGI ANCHE: Intervento record al Rizzoli di Bologna: corretta una schiena curva di 100 gradi

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»