Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Francesca, mitragliere in Libano con Unifil: “Decisivo fare squadra”

foto mitragliera_1
Lo speciale dai teatri operativi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Sono mitragliere di squadra dell’unità italiana che ha il compito di intervenire a supporto delle altre componenti operative nel settore ovest del sud del Libano. Sono responsabile dell’arma di reparto montata sul mezzo e sono quella persona che in casi particolari esce dalla ralla, la botola che si trova sul tetto, per osservare e riportare al Capo pattuglia. Faccio anche manutenzione e pulizia dell’arma, seguo i poligoni di mantenimento, le pattuglie”. È una donna in prima linea il caporal maggiore Francesca Broch che, in collegamento dalla missione Unifil in Libano, alla sua prima esperienza in teatro operativo, alla Dire ha spiegato le sue mansioni e con un sorriso ha ammesso: “Può sembrare strano vedere una donna in questo ruolo, ma è una cosa normalissima”.

Lavora in una squadra di otto persone ed è l’unica donna. È proprio la “fiducia e la collaborazione totale” la chiave giusta per poter superare le tensioni e le difficoltà che in alcuni interventi esterni il Caporal Maggiore ha vissuto nella zona sud del Paese, riuscendo ad affrontarli al meglio e mantenendosi tranquilla. “Con la mia squadra abbiamo legato tantissimo- ha detto- e il rapporto di fiducia mi aiuta ad affrontare le difficoltà soprattutto in determinati contesti. Sono colleghi che hanno alle spalle altre missioni e la loro esperienza è fondamentale”.

È una passione che viene da lontano quella per l’Esercito di Francesca Broch, trasmessa dai racconti che suo padre le faceva sul servizio di leva nei paracadutisti. “Sono il suo orgoglio- ha detto- mi accompagnò lui a fare domanda nel 2007 a 19 anni e fui assegnata, dopo aver superato il concorso, al Centro ippico militare di Modena come operatore equestre. Nel 2016 rifeci domanda come volontaria, ho vinto il concorso nel 2017 e fui assegnata al Reggimento Nizza Cavalleria con incarico di Esploratore blindo che è ciò che faccio qui in Libano”. Un incarico, questo che il Caporal Maggiore spera di ricoprire in futuro anche in altri teatri operativi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»