VIDEO | A Genova per la prima volta un’auto attraversa il nuovo ponte

Salini (Webuild): "Obiettivo concludere lavori entro fine luglio"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – Questa mattina, alle 9.57, la prima automobile ha attraversato il nuovo ponte di Genova. Alla guida c’era c’era Pietro Salini, amministratore delegato di Webuild, il gruppo specializzato nella costruzione di grandi opere complesse che ha realizzato il ponte insieme a Fincantieri e Italferr.

“Passeggiare qui sopra oggi- dice Salini- e’ un’emozione unica. Racconta tutto lo sforzo e la passione di questi mesi, ma racconta anche che in Italia le grandi opere si possono fare e si possono fare in tempi brevi”. Salini infatti, dopo aver guidato, ha attraversato a piedi tutto il ponte, lungo 1.067 metri, fermandosi a parlare con operai, tecnici e ingegneri impegnati nelle ultime fasi dei lavori. L’obiettivo infatti, come scrive Webuild in una nota, e’ quello “di terminare i lavori entro la fine di luglio e cosi’ restituire a Genova il suo ponte“. Ad oggi, la soletta in calcestruzzo e’ terminata, e gli operai stanno montando i pannelli fotovoltaici utili ad assicurare autonomia energetica all’infrastruttura. “Sapevano fin dall’inizio che questa sarebbe stata un’opera diversa dalle altre- aggiunge Salini- ma oggi quello che aziende e istituzioni sono riuscite a fare a Genova deve servire da esempio per il Paese intero”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»