VIDEO | De Luca: “Salvini porta seccia sul ritorno dell’epidemia in Campania”

"Qui mai anziani senza posto letto come in Lombardia"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI –  “Dobbiamo sempre prepararci rispetto all’ipotesi piu’ pessimistica e non a quella piu’ ottimistica. Abbiamo presentato al ministero della Salute un piano ospedaliero per raddoppiare i posti letto in terapia intensiva. È certo che in Campania non succedera’ mai quanto successo in Lombardia, con gli anziani malati di Covid che erano a terra perche’ non si trovava un buco dove ricoverarli”. Parola del governatore della Campania Vincenzo De Luca. “Guardiamo con fiducia anche alla ripresa – dice – ma non e’ inevitabile un ritorno dell’epidemia, anche se poi c’e’ qualche esponente politico (si riferisce a Matteo Salvini, ndr) che lavora per portare seccia e spera che ci sia un ritorno dell’epidemia qui. Noi contiamo di scansarcela”.

DE LUCA: “INDOSSERÒ LA MASCHERINA FINO A OTTOBRE”

Il rigore ha salvato la nostra regione e oggi siamo in pratica al contagio zero. Siamo in estate e ci e’ sembrato ragionevole rendere facoltativo l’uso della mascherina, ma resta obbligatorio portarla con se’ e indossarla nei luoghi chiusi o dove ci sono assembramenti. Io, comunque, continuero’ ad indossarla fino a ottobre per dare il buon esempio. Invito i cittadini a fare altrettanto”. Cosi’ il governatore della Campania Vincenzo De Luca intervenendo, a margine della consegna del cantiere per la stazione Di Vittorio della metropolitana di Napoli, in merito all’ordinanza regionale che da quest’oggi rende facoltativo l’uso delle mascherine all’aperto. “Da oggi in poi – ha aggiunto – e’ decisivo il senso di responsabilita’ delle singole persone, perche’ non ci saranno piu’ controlli capillari”.

DE LUCA: “OSPEDALI RICONVERTITI IN CENTRI COVID ENTRO 48 ORE”

Manterremo gli ospedali dedicati al Covid ma avremo una flessibilita’. Strutture come il Loreto mare ritornano esattamente come prima, fermo restando che dobbiamo essere pronti a riconvertire, nel giro di 48 ore, gli ospedali in centri Covid”, spiega De Luca. “Devono riprendere le attivita’ normali – ha assicurato il presidente della Regione – e gli interventi chirurgici ordinari. Manteniamo comunque alcun strutture riservate al Covid, mi riferisco agli ospedali modulari come quello dell’ospedale del Mare di Napoli che puo’ ospitare pazienti Covid non per forza in terapia intensiva. Continuiamo a garantire i tamponi per il personale medico e i pazienti, anche se sono ricoverati per tutt’altre ragioni”. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

22 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»