Decreto crescita approvato a Montecitorio, ma in Aula le opposizioni non ci sono

Dati alla mano, se fossero state presenti avrebbero mandato sotto il governo. Eppure hanno preferito disertare i banchi della Camera
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il decreto legge crescita e’ stato approvato alla Camera con 270 voti a favore, 33 voti contrari e 49 astenuti. Ora il decreto va al Senato.

LE OPPOSIZIONI LATITANO

Solo 33 voti contrari e 49 astenuti nel voto finale al decreto crescita. La maggioranza si ferma a quota 270, ma le opposizioni disertano clamorosamente. Eppure dati alla mano, se fossero state presenti avrebbero mandato sotto il governo: i 104 deputati di Forza Italia, i 111 del Pd, i 33 di Fdi, i 14 di Leu e i 24 del gruppo misto tutti insieme arrivano a quota 286. La maggioranza gialloverde oggi sul decreto crescita si e’ fermata a quota 270. Dalle opposizioni sono arrivati solo 33 voti contrari e 49 astensioni. Il calendario – venerdi’ sera, primo giorno d’estate – ha evidentemente prevalso sulla politica di chi sostiene che il governo e’ finito e bisogna andare a votare al piu’ presto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

22 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»