Ballottaggi nel Lazio, domenica si vota in 8 comuni e nel III municipio di Roma

voto_referendum
Dopo il primo turno delle amministrative dello scorso 10 giugno, è tempo di ballottaggi nei Comuni con più di 15mila abitanti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo il primo turno delle amministrative dello scorso 10 giugno, è tempo di ballottaggi nei Comuni con più di 15mila abitanti dove nessun candidato ha raccolto la maggioranza assoluta dei consensi espressi.

Anche nel Lazio, dove saranno richiamati alle urne i cittadini di 8 Comuni tra cui Viterbo, unico capoluogo di Provincia, più quelli del III Municipio di Roma, per un totale di 496.963 elettori (su una popolazione totale di 567.777). Al voto si andrà ad Anagni (Frosinone), Aprilia e Formia (Latina), Fiumicino, Pomezia, III Municipio di Roma, Santa Marinella e Velletri (Roma) e, come detto, Viterbo.

Nel capoluogo della Tuscia si sfideranno il candidato del centrodestra, Giovanni Arena (che al primo turno ha raccolto il 40,2%) e la civica Chiara Frontini (fermatasi al 17,6%), dopo la netta sconfitta del centrosinistra che il 10 giugno si era presentao diviso in due opposti schieramenti. Anche ad Aprilia la sfida sarà tra il centrodestra a sostegno di Domenico Vulcano (37,83%) e la coalizione civica di Antonio Terra (31,88%).

A Pomezia il ballottaggio sarà tra il Movimento 5 Stelle, con Adriano Zuccalà che partirà dal 28,7%, e il centrodestra di Pietro Matarese, arrivato al 25,38%. Qui, con il centrosinistra di nuovo estromesso con il 18,81%, il vero sconfitto è stato l’ex sindaco Fabio Fucci, fuoriuscito dal M5S per tentare il terzo mandato e fermatosi con la sua lista civica al 23,47% dei consensi.

Solo in III Municipio, a Roma, il centrosinistra si è affermato, con Giovanni Caudo che ha sfondato il tetto del 40% (partirà dal 42,06%) e, con il M5S della presidente uscente Roberta Capoccioni (19,18%), se la vedrà con lo sfidante di centrodestra Francesco Maria Bova (33,81%), candidato in quota Lega, chiamato a recuperare quasi 10 punti percentuali all’avversario.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»