hamburger menu

Ballico (Fdi): “Ho governato con pandemia, non abbiamo fermato il comune”

Intervista a Daniela Ballico, candidata del centrodestra per il Comune di Ciampino nella tornata elettorale del 12 giugno

22/05/2022

ROMA – Ieri sera al Parco Aldo Moro la candidata del centro destra a sindaca di Ciampino, Daniela Ballico, ha presentato i candidati delle liste che la sostengono al voto del prossimo 12 giugno. Hanno partecipato alla serata, tra gli altri, il deputato di Fdi Marco Silvestroni, Francesco Lollobrigida Fdi, il senatore di Forza Italia Gaetano Quagliarello e il consigliere regionale Adriano Palozzi di Cambiamo l’Italia al Centro.

Sono stufa di sentire quelli che hanno distrutto in 30 anni di disastri Ciampino. Ho governato due anni con una pandemia e non abbiamo fermato il Comune e abbiamo fatto tantissime cose”, ha ricordato Ballico che ha passato in rassegna gli impegni presi dalla sua Giunta, poi caduta. Non poteva mancare un passaggio sull’Igdo, “lista del cuore” della candidata che ha detto rivolgendosi al Pd: “Voi l’avete svenduto, l’unica delibera per ricomprarlo l’ho fatta io; perchè quando è stato comprato da Schiaffini non siete andati dal sindaco di allora Terzulli, a dire ‘sindaco che fai?'”.

La ex sindaca, caduta per il voto contrario di cinque consiglieri di maggioranza, è tornata sulle opere iniziate e sul metodo del project financig che permette a privati di investire nel pubblico e ha ricordato, tra le altre cose, il “bando vinto al ministero dell’Interno sul Recupero Urbano per la manutenzione straordinaria e messa in sicurezza di marciapiedi e strade comunali anche mediante demolizione e ricostruzione con 992.450 per Acqua Acetosa, 995.636 per via Mura dei Francesi, 977.636 per Ciampino centro e 988.550 per la Folgarella”.

Sulla sanità, all’agenzia Dire, a margine della kermesse elettorale la candidata ha ribadito: “Avevamo messo a disposizione dell’Asl Roma 6 il nostro Casale dei Monaci e riteniamo che quello sia il posto più idoneo per continuare a pensare alla Casa di comunità, più che altro volevamo l’ospedale di comunità con 40 posti letto”.

Sul futuro e come scongiurare ‘un altro tradimento interno’ ha assicurato: “Sono certa che non capiterà, due anni di sindaco sono una grandissima esperienza e abbiamo selezionato le persone una ad una nelle nostre liste, abbiamo 133 candidati seri e fedeli”.

La prima delibera sarà per i parchi giochi dei bambini– ha annunciato- l’avevamo fatta ma ci hanno mandato a casa. Ciampino non ha preso un euro dal PNRR perchè non ha presentato i progetti”, ha voluto ricordare. E infine: “Il bilancio era perfetto secondo il commissario ad acta del Prefetto. Ho lasciato in cassa 10 milioni di euro”, ha concluso Ballico.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-22T15:58:25+02:00