Manifesti Kyenge imbrattati in Veneto: Italia-Ue? “Tu no”

L'episodio si è verificato a Conegliano, in provincia di Treviso. Il Pd locale lancia l'allarme per gli "atti di intolleranza"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – “L’idea di democrazia di razzisti, xenofobi e fascisti è quella di discriminare chi non è come loro? Facciamogli capire che sono loro la minoranza”. Così in una nota Cecile Kyenge- candidata con il Pd alle elezioni Europee nella circoscrizione Nordest- sul caso dei manifesti elettorali imbrattati a Conegliano, in provincia di Treviso: con della vernice è stata cancellata la faccia dell’eurodeputata dem e accanto allo slogan elettorale “Siamo l’Italia. Siamo l’Europa” è apparsa la scritta “tu no“.

Sulla vicenda il Pd locale e il segretario provinciale, Giovanni Zorzi, hanno espresso ‘allarme per il susseguirsi pauroso di atti di intolleranza, inciviltà e brutalità‘ che hanno colpito i candidati. “Contro il clima d’odio che porta le persone a cancellare il valore della diversità è importante non farsi intimorire, anzi, testimoniare ogni giorno che le differenze sono una ricchezza. Andiamo a votare per dimostrare che siamo in tanti e tante a non accettare l’intolleranza: alziamo la voce per mostrare che ci sono una Italia e una Europa più forti del ricatto divisivo. Facciamogli capire che sì, noi siamo l’Italia e che sì, noi siamo l’Europa!”, aggiunge la candidata dem.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

22 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»