Siria, i ribelli: “Liberato a Idlib l’italiano Alessandro Sandrini”

Rapito al confine tra Siria e Turchia nel 2016
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Alessandro Sandrini, cittadino italiano rapito al confine tra Siria e Turchia nel 2016, sarebbe stato liberato dal Governo di salvezza: ad annunciarlo oggi lo stesso gruppo armato, attivo nella regione di Idlib. Foto di Sandrini, 32 anni, originario di Folzano, della provincia di Brescia, sono state pubblicate anche sui social network. Per ora, non si hanno conferme ufficiali da parte italiana. Secondo le informazioni disponibili, la liberazione di Sandrini è stata annunciata dal Governo di salvezza durante una conferenza stampa tenuta a Bab al-Hawa, al confine tra Turchia e Siria. Stando alla versione fornita dai responsabili del gruppo, legato all’organizzazione islamista Jabhat al-Nusra, la polizia è intervenuta dopo aver ricevuto informazioni su un ostaggio straniero rapito da una banda criminale specializzata in rapimenti e furti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

22 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»