Protezione dati e diritto all’oblio al Dig.Eat di Anorc

‘I soggetti del trattamento: la nuova geometria di ruoli, responsabilità e rapporti alla luce del GDPR’. Questo il tema al centro della tavola rotonda che ha aperto la mattinata della rassegna dei Consilia del Dig.Eat 11
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – ‘I soggetti del trattamento: la nuova geometria di ruoli, responsabilità e rapporti alla luce del GDPR’. Questo il tema al centro della tavola rotonda che ha aperto la mattinata della rassegna dei Consilia del Dig.Eat 11, la manifestazione annuale dedicata ai temi della digitalizzazione e della privacy, promossa da Anorc, Anorc Professioni e Aifag in collaborazione con Euronot@ries e Digital &Law Department, giunta quest’anno all’undicesima edizione. L’undicesima edizione del DIG.Eat ha inteso rappresentare, in veste teatrale, uno spaccato dello scenario attuale, la cui parola d’ordine, come sappiamo è la ‘Compliance’. Da qui, il titolo di questa edizione ‘Digitalizzazione e Privacy: Tutti Compliant? Tutti Compliant fino a prova contraria!’. Il DIG.Eat ha accolto una rassegna di mini-eventi tematici di approfondimento, i ‘Consilia’, organizzati con la partecipazione di alcuni sponsor della manifestazione (eWitness Italia, Intesa – gruppo IBM, RINA Spa, Land e CST Consulting) con la partecipazione di consulenti esperti del settore, tra cui i professionisti dell’innovativa rete D&L NET.

Carola Caputo, Davide Maniscalco e Antonella D’Iorio, avvocati ed esperti di privacy, hanno affrontato il tema del registro dei trattamenti e della gestione dei dati. La relazione di Caputo si è concentrata sul ruolo del DPO, il Data Protection Officer, la nuova figura introdotta dal GDPR. D’Iorio è invece intervenuta sulla centralità dell’interessato e nuovi diritti. La tavola rotonda ha permesso di affrontare anche il tema del diritto all’oblio, della cancellazione e della tutela dei dati. Maniscalco si è invece concentrato su ‘Le attività di trattamento nell’organizzazione del titolare’, con un approfondimento su funzioni, obblighi e suddivisione delle responsabilità.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»