Ecomafie, incontro al Galilei di Catania con esperti del settore

LICEO GALILEI CATANIA
Iniziativa organizzata dall’associazione nazionale antimafia Alfredo Agosta
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CATANIA – ‘Misure di contrasto ai reati ambientali’ è il titolo dell’incontro a distanza che ha visto produttivi i ragazzi di terza e quarta del liceo ‘Galileo Galilei’ di Catania che hanno posto numerose domande ai relatori dell’evento organizzato dall’associazione nazionale antimafia Alfredo Agosta. Relatori dell’appuntamento in cui si è discusso di ecoreati ed ecomafia sono stati il procuratore aggiunto della Repubblica di Catania Agata Santonocito; l’avvocato Antonella Arena, esperta in diritto civile e diritto dell’ambiente e gestione del territorio; Giuseppe Agosta, associazione Alfredo Agosta; Gabriella Chisari, dirigente scolastico del liceo ‘Galileo Galilei’ e Daniela Murabito, referente legalità dell’istituto.

L’incontro ha avuto inizio con l’intervento di Giuseppe Agosta, che durante una breve introduzione ha illustrato il ruolo che ricopre l’associazione nazionale antimafia a livello nazionale, spiegando agli studenti i quattro osservatori di cui si occupa: criminalità organizzata, malfunzionamento e correttezza della pubblica amministrazione, reati ambientali e violenza di genere. Diverse le tematiche trattate dai relatori che hanno preso parte all’incontro; il procuratore Agata Santonocito e l’avvocato Antonella Arena hanno parlato di ecomafia, dei reati inerenti e di tutti i rami ad essa annessi tra cui lo smaltimento dei rifiuti, il settore degli scavi archeologici, la zoomafia e il malfunzionamento degli impianti di depurazione.

Grande partecipazione da parte degli studenti con la presenza delle classi di terzo e quarto anno del liceo ‘Galileo Galilei’, che hanno mostrato grande interesse alla tematica soprattutto in merito alle strategie in materia di criminalità organizzata e sull’evoluzione dell’ecomafia durante il lockdown. Soddisfatta per l’esito dell’incontro anche la professoressa Daniela Murabito che ha coordinato l’incontro: “Le domande dei ragazzi sono durate quasi un’ora e c’è stato un intervento molto attivo da parte di tutti. È importante avvicinare i ragazzi alla tematica e soprattutto a tutte le misure di contrasto alla criminalità organizzata con rilevanza ambientale”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»