Al S.Andrea di Roma la statua di Tagliaferri dedicata alla donna

donna tagliaferri
"Inizieremo un percorso di arte sociale", ha annunciato Adriana Bonifacino, presidente dell'associazione IncontraDonna onlus, nata per supportare le donne che affrontano il tumore del seno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
donna tagliaferri

ROMA – Questa è una giornata ricca di emozioni. Mi è mancato soprattutto il contatto. Abbiamo sempre continuato a visitare le nostre pazienti, anche l’associazione ha proseguito nelle sue attività, ma non è come tendere una mano per condividere empaticamente le emozioni…“. Così la senologa Adriana Bonifacino, presidente dell’associazione IncontraDonna onlus, nata per supportare le donne che affrontano il tumore del seno, ha commentato ieri il primo evento in presenza dopo la pandemia. Pazienti e Istituzioni si sono ritrovati insieme per inaugurare l’opera “Luminescenza” dello scultore non vedente Felice Tagliaferri, nella nuova struttura della Facoltà di Medicina e Psicologia della Sapienza Università di Roma. La scultura è dedicata a un’amica dell’artista morta di cancro alla mammella, Angela.

Un velo rosa è stato tolto proprio dalle pazienti per portare alla luce la scultura. Tagliaferri, come riporta il suo sito, “ha intrapreso dal 1998 un percorso artistico molto personale da lui stesso riassunto nello slogan ‘Dare forma ai sogni’. Le sue creazioni sono infatti sculture non viste, che prima nascono nella sua mente e poi prendono forma attraverso l’uso sapiente delle mani, guidate da incredibili capacità tattili. La sua arte è prevalentemente figurativa ed è stata definita da esperti del settore ‘arte sociale’ per le finalità che la caratterizzano”.
“Il CON-TATTO è quanto più è mancato in questo anno; le sculture vanno toccate per vivere l’emozione, per vedere quello che gli occhi non vedono”, ha aggiunto il giornalista Domenico Iannaccone.

L’assessore regionale alla Sanità, Alessio d’Amato, intervenuto ha detto: “Possiamo guardare al futuro con un pò di fiducia, riusciamo ad aumentare la campagna di somministrazione e dalla prossima settimana scenderemo sotto la fascia degli over 60. Ce la stiamo mettendo tutta, procederemo velocemente. Non è solo l’assenza del contatto il problema, ma anche il drastico calo delle attività di prevenzione oncologica. Nell’ultimo anno abbiamo registrato diverse decine di migliaia di mancate accettazioni a inviti per lo screening oncologico”.
Ha introdotto l’inaugurazione, moderata da Daniela Vergara, il Preside della Facoltà Fabio Lucidi, e hanno partecipato il Prorettore Vicario di Sapienza Giuseppe Ciccarone e il DG dell’AOU Sant’Andrea Adriano Marcolongo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»