Sea-Watch: nave con 106 migranti respinta in Libia, morti una donna e un bambino

sea-watch-3
La portavoce dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per le Migrazioni (Oim) Safa Msehli denuncia: "I muri di silenzio dell'Europa diventano sempre più alti"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ennesima tragedia del Mediterraneo: un’imbarcazione con a bordo 106 persone è rimasta in attesa di soccorsi per tutto il giorno, 104 di loro sono stati respinti ieri dalla cosiddetta guardia costiera libica verso i centri di detenzione. Un bambino e una donna sono morti“. Così riferisce in un tweet la ong Sea-Watch, citando anche le parole di Safa Msehli, portavoce dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per le Migrazioni (Oim), che ha denunciato: “I muri di silenzio dell’Europa diventano sempre più alti”.

tweet safa msehli libia

LEGGI ANCHE: Caos in Ciad dopo la morte del presidente Déby, i ribelli: “Vogliamo la democrazia”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»