VIDEO | Il Paese Interiore: un viaggio dentro ciascuno, oltre ogni provenienza

Il docufilm realizzato da Luca Calvetta e Massimiliano Curcio. Voce narrante Ascanio Celestini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il Paese Interiore è il docufilm realizzato da Luca Calvetta e Massimiliano Curcio, due ragazzi che si
sono interrogati su quanti volti e quali colori abitano il nostro Paese Interiore. In una terra reale e
metafisica insieme, una regione che si disvela soltanto a chi sa decifrarne i codici segreti, Il Paese
Interirore mostra la Calabria come una mappa del futuro di ogni luogo dove ci si interroga sul confine
tra l’andarsene e il tornare, tra la bellezza e il dolore. Il Paese interiore è un viaggio dentro ciascuno,
oltre ogni provenienza.

Luca Calvetta: “Questo film è la storia di ciascuno e la memoria di tutti. Il film nasce come un viaggio
poetico nell’animo della regione più misteriosa d’Italia. Una Calabria inattesa e metafisica, un
pellegrinaggio tra borghi abbandonati e antiche tradizioni, tra la bellezza e le sofferenze di una terra
inquieta, attraverso l’opera dell’antropologo Vito Teti.”

“Prende forma poi come un viaggio a ritroso, dalla notte all’alba, da un luogo reale ad uno spazio
interiore. È un monologo per immagini e parole, interpretato da Ascanio Celestini” racconta
Massimiliano Curcio.

Il Paese Interiore è nato all’improvviso, dalla pura passione di due amici e grazie alla generosa
collaborazione di tante persone. È stato realizzato a costo zero, senza alcuna società di produzione
alle spalle e con pochi strumenti. Non è la tecnica ad animarlo, è l’auspicio di strappare all’oblio i volti,
i paesaggi, le sapienze che qui sono raccolti. Il desiderio di salvare la bellezza, oltre ogni stereotipo,
perché la bellezza è di tutti così come la ricerca di se stessi. Per questo, dicono gli autori, “questo film
sia di chiunque voglia accoglierlo. Che sia di tutti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»