Dopo le maxi meduse la micro alga. E il golfo di Trieste diventa arancione

golfo di trieste arancione
A causa della presenza della Noctiluca scintillans, le acque della costa si sono colorate: un fenomeno raro monitorato dai ricercatori
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

TRIESTE – Dopo l’invasione di meduse, che in parte è ancora presente, il golfo di Trieste si tinge di arancione. Un fenomeno che in questi giorni è visibile soprattutto lungo la costa. Tutta colpa della Noctiluca scintillans, una microalga che di notte diventa luminescente. Una fioritura che viene considerata un fenomeno raro e che si è diffusa rapidamente in tutto il golfo, monitorata dai ricercatori.

E continua, anche se in forma minore rispetto al boom della scorsa settimana, la presenza delle Rhizostoma pulmo, le maxi meduse che stanno segnando ormai da giorni una concentrazione particolare, più evidente sempre lungo la costa, dove gli animali vengono spinti dalle correnti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»