San Prospero, alunni dell’infanzia premiati da Mattarella

scuola dell'infanzia Il Girotondo di San Prospero
Primo posto al concorso 'Uguaglianza e pari dignità sociale, conquiste della democrazia'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Un’esperienza di inclusione ci è sembrata lo sfondo ideale per approcciarsi ad un percorso in grado di sviluppare contenuti di uguaglianza e pari dignità sociale”. Con queste parole Paola Zilibotti e Gloria Soncini, hanno commentato la vittoria del progetto da loro coordinato nell’ambito del concorso ‘Uguaglianza e pari dignità sociale, conquiste della democrazia’, indetto dal ministero dell’Istruzione e dall’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.

Il progetto, dal titolo ‘Il muro’, ha coinvolto i piccoli protagonisti dal cuore grande: i bambini della sezione D della scuola dell’infanzia ‘Il Girotondo’ di San Prospero (Modena) che saranno premiati direttamente dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dal ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, con una cerimonia a distanza che si terrà il 25 aprile a partire dalle ore 11.45. ‘Il muro’, è quello che i bimbi sono riusciti a varcare attraverso un lavoro di scoperta, conoscenza e scambio condotto con l’aiuto del centro residenziale per disabili ‘L’abbraccio’ di Carpi. Attraverso la creatività, il gioco e la manualità, le docenti hanno puntato a far maturare nei loro giovani alunni, la consapevolezza del valore della diversità.

“I muri ci separano gli uni dagli altri, ma, se apriamo il cuore e la mente, i muri svaniscono uno ad uno e scopriamo tante cose belle che non immaginiamo neanche”, hanno ripetuto in coro i bambini alla fine del progetto. Ai bambini e alle docenti che hanno preso parte al progetto, le congratulazioni di Rachele De Palma, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo San Prospero-Medolla, del sindaco di San Prospero Sauro Borghi e dell’assessore alla Scuola e alle Pari Opportunità del Comune di San Prospero Eva Baraldi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»