Il leghista si sfoga: “Da Renzi una processione di baciapile…”

[caption id="attachment_6906" align="alignleft" width="300"] M. Renzi[/caption] ROMA - Stefano Candiani,
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
M. Renzi
M. Renzi

ROMA – Stefano Candiani, della Lega Nord, parla. Ma Matteo Renzi non lo ascolta.    Questa, almeno, e’ la denuncia del senatore leghista, che a piu’ riprese in aula al Senato, durante il dibattito sul consiglio Ue straordinario, richiama il premier. “Basta con il solito suk, con questa processione di baciamani e baciapile che si avvicinano senza consentire di ascoltare. Questa non e’ la segreteria del Pd“, dice una prima volta Candiani che reclama attenzione al suo intervento.

Pochi minuti dopo il leghista chiede l’intervento di Linda Lanzillotta. “E anche lei presidente del Senato facente funzione- dice- faccia finire questa scena”.

Lanzillotta prima tenta una difesa del premier: “Il presidente del consiglio e’ in grado di ascoltare e nello stesso tempo…”. Poi se la prende coi senatori che vanno da Renzi. “Prego i senatori di non importunare il presidente del consiglio”.

Candiani non e’ contento. Conclude l’intervento con una ramanzina al premier: “Tenga un atteggiamento consono al ruolo che ricopre, non quello stravaccato che ha in questo momento”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»