Covid, Lopalco: “In Puglia si osservano i primi effetti della campagna vaccinale”

"Pronti per somministrare fino a 50mila vaccini al giorno", dichiara l'assessore regionale alla Sanità dopo che alla Puglia sono state consegnate 79.560 dosi del vaccino Pfizer
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – “Il piano vaccinale in Puglia procede al massimo ritmo consentito dalla disponibilità di vaccini. I primi effetti sulla pandemia già si osservano: è crollato il numero di casi fra gli operatori sanitari e i casi fra gli ultra 80enni sono per la prima volta inferiori a quelli registrati nelle fasce di età più giovani. Il sistema Puglia è già pronto per somministrare fino a 50mila vaccini al giorno”. Lo dichiara l’assessore regionale alla Sanità Pier Luigi Lopalco dopo che alla Puglia sono state consegnate 79.560 dosi del vaccino Pfizer. Sono iniziati i richiami con le seconde dosi di vaccino agli over 80 di Puglia: sono 31.357 gli anziani che hanno completato il ciclo mentre si procede in tutte le province anche con le vaccinazioni domiciliari delle persone in questa fascia d’età.

Sono 27.067 i docenti e personale amministrativo, tecnico e ausiliario delle scuole che hanno ricevuto la prima dose di vaccino ed entro mercoledì saranno vaccinati anche coloro i quali non avevano aderito inizialmente. 4.822 vaccini totali sono stati inoculati al personale delle forze dell’ordine e delle forze armate, tra cui anche vigili del fuoco e personale degli istituti penitenziari. Intanto questa mattina la direzione penitenziaria e l’unità di medicina penitenziaria di Bari hanno avviato le prime 72 vaccinazioni nel carcere di Bari. Le vaccinazioni proseguiranno anche domani con altre 84 somministrazioni.

La Asl Brindisi giovedì concluderà la somministrazione della prima dose di vaccino a tutto il personale scolastico e ai rappresentanti delle forze dell’ordine mentre proseguono le vaccinazioni degli over 80 e in settimana cominceranno le somministrazioni per soggetti appartenenti a comunità e per quelli fragili. Nella Asl Bt si è conclusa la somministrazione della prima dose di vaccino al personale della scuola ed è già stata riprogrammata la somministrazione delle seconde dosi. Non si è mai fermata invece la vaccinazione degli over 80: le vaccinazioni domiciliari sono state avviate in contemporanea con le ambulatoriali e sono in corso su tutto il territorio. In settimana si concluderanno anche le somministrazione nel carcere di Trani e alle forze dell’ordine.

La Asl di Foggia ha concluso la somministrazione della prima dose di vaccino a tutto il personale scolastico e sono state riprogrammate le attività vaccinali delle forze dell’ordine e di polizia. Entro una settimana si concluderà la somministrazione della prima dose di vaccino a tutti i militari dell’Esercito, dell’Arma dei carabinieri, della guardia di finanza, dell’Aeronautica e al personale di Polizia di Stato, capitaneria di porto, polizia penitenziaria, vigili del fuoco.

Nella Asl Lecce sono state somministrate 16.000 prime dosi di Astrazeneca al personale scolastico, in queste ore si sta procedendo alla vaccinazione dell’ultima scuola superiore. Alle forze dell’ordine sono state somministrate 2.000 prime dosi di Astrazeneca mentre è incominciata la vaccinazione della polizia penitenziaria che proseguirà nei prossimi giorni. Sempre nei prossimi giorni sarà vaccinato il personale universitario, circa 1.000 persone in tutto.

La Asl di Taranto ha completato tutto il personale scolastico con la somministrazione della prima dose di vaccino e chiuderà in questa settimana il personale delle forze dell’ordine: si vaccina a ritmo di 50 carabinieri al giorno, 60 di polizia di Stato, 60 della guardia di finanza e 60 della polizia penitenziaria. Inoltre sono in corso le vaccinazioni degli ultraottantenni anche a domicilio.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»