Affettività e sessualità ai tempi del Coronavirus? Risponde la psicologa

Bianchi (Ido): "Con distanza rivalutare quello che oggi viene negato"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Una delle indicazioni principali, fornita dal ministero della Salute, per eliminare il contagio è quella di evitare in modo assoluto ogni contatto fisico con gli altri. Carezze, baci e strette di mano, quei gesti quotidiani che siamo abituati a fare, adesso sono proibiti. Diventa difficile, quindi, anche solo il pensare di avere una relazione affettiva ‘a distanza’”. Cosa fare allora? Sul tema interviene Valentina Bianchi, psicoterapeuta dell’Istituto di Ortofonologia (IdO), che nel video pubblicato sul canale Youtube ‘30 psicologi in ascolto‘ nell’ambito del progetto ‘Lontani ma vicini’ su Diregiovani.it, offre valide indicazioni in aiuto di coppie consolidate e giovani, ma a distanza.

I CONSIGLI

Ogni giorno saranno 4 i video inseriti e rivolti a ragazze, ragazzi e alle loro famiglie. Tanti i temi trattati con le risposte degli esperti, in chiave Coronavirus, per cercare di affrontare, analizzare e risolvere i problemi causati dall’emergenza.
Con il video ‘Affettività e sessualità ai tempi del Coronavirus’ la psicoterapeuta distingue le indicazioni. Alle coppie che convivono, o sposate, consiglia di trarre “da questo isolamento forzato l’occasione per riaccendere la passione”. Per i single e i giovani fidanzati che vivono a distanza, invece, “la tecnologia ci viene incontro e Whatsapp e i social possono essere di aiuto- ricorda Bianchi- anche se tutto ciò non può ovviamente sostituire il contatto fisico. Molto di più non si può fare- aggiunge la psicoterapeuta- ma questa restrizione può diventare un’opportunità per tutti. In un momento in cui siamo costretti a usare il virtuale, invece del reale, è importante rivalutare quello che possiamo avere tutti i giorni ma che oggi ci viene negato”.

È possibile seguire i consigli degli psicologi sul canale YouTube dell’Istituto di Ortofonologia, o sul sito Diregiovani.it. Si possono inviare richieste a tre indirizzi: per i ragazzi sportellostudenti@diregiovani.it, per i docenti sportellodocenti@diregiovani.it, per i genitori esperti@diregiovani.it. E’ attivo anche il numero di telefono(solo per sms e whataspp): +39 3334118790.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

22 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»