hamburger menu

Camorra, arrestato uno dei figli di Paolo Di Lauro

Ciro di Lauro è finito in carcere insieme ad altre tre persone per un duplice omicidio avvenuto nel 2004

22-02-2022 19:52
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

NAPOLI – Quattro persone, ritenute contigue al clan camorristico Di Lauro, sono state arrestate per il duplice omicidio di Domenico Riccio e di Salvatore Gagliardi, avvenuto a Melito di Napoli il 21 novembre 2004. Riccio, ritenuto vicino alla cosca Abbinante, era l’obiettivo dell’agguato, avvenuto all’interno della sua tabaccheria, mentre Gagliardi si trovava casualmente sul posto. Tra gli arrestati c’è anche Ciro Di Lauro, 43 anni, figlio del boss Paolo Di Lauro e fratello di Marco e Cosimo Di Lauro.

Questa mattina i carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna, supportati dai colleghi del nucleo investigativo di Napoli, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del tribunale di Napoli, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti dei quattro (oltre a Ciro Di Lauro, Giovanni Cortese, Salvatore Petriccione e Ciro Barretta, questi ultimi due già detenuti per altra causa).

Il duplice omicidio è maturato nel corso della prima faida di Scampia, risalente agli anni 2004-2005, che vedeva contrapposti il clan Di Lauro e il cartello scissionista formato dagli Abete-Notturno, dagli Abbinante, dai Marino e dagli Amato-Pagano). 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-02-22T19:52:44+02:00