No ai ricorsi sulla discarica a Monte Carnevale, Comitato Valle Galeria: “Scandaloso”

Le decisioni del Tar "lasciano interdetti", scrivono gli attivisti. "Le procedure erano palesemente viziate"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il Tar del Lazio respinge tutti i ricorsi riguardanti la discarica di inerti e fanghi a Monte Carnevale. Con motivazioni a dir poco scandalose, il Tar del Lazio avalla gli scellerati progetti perpetrati dalla Regione Lazio nella Valle Galeria calpestando i diritti di 30mila persone“. Così su Facebook il Comitato Valle Galeria Libera. “Il sito, indicato successivamente (il 31 dicembre 2019) quale discarica di servizio di rifiuti solido urbani di Roma dalla sindaca Virginia Raggi, era stato autorizzato a discarica di inerti il 27 dicembre del 2019 con procedure palesemente viziate che il tribunale amministrativo non ha ‘voluto’ prendere in considerazione– spiega il Comitato- A nulla sono valse la relazione di Ispra come quelle di tutti i ricorrenti che hanno dimostrato con la prova dei fatti che il sito non è idrogeologicamente idoneo ad ospitare una discarica”.

LEGGI ANCHE: Per i rifiuti di Roma al via i lavori a Monte Carnevale. Ma la discarica non basterà

Le decisioni del Tar “lasciano interdetti, soprattutto per le motivazioni che manifestano un’eccessiva giustificazione dell’operato della Regione Lazio e del proponente– concludono i comitati- Proseguiremo la nostra battaglia continuando a coinvolgere l’Unione Europea che verrà aggiornata su quanto sta avvenendo nella Valle Galeria nel silenzio ‘assordante’ di tutti i mezzi di informazione, per questo nei prossimi giorni saranno organizzate delle iniziative di protesta alle quali invitiamo tutti a partecipare”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»