Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Renzi: “Flat tax meno credibile di Babbo Natale”

Lo sottolinea il segretario del Pd Matteo Renzi ad Arezzo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – “La flat tax e’ ingiusta, premia i miliardari e non il ceto medio. E non puo’ stare in piedi, costerebbe 80 miliardi di euro. La flat tax e’ meno credibile di Babbo Natale”. Lo sottolinea il segretario del Pd Matteo Renzi ad Arezzo.

Ad Arezzo il presidio delle ‘Vittime del Salva banche’

Renzi è stato accolto da una quindicina le persone, tutte dell’associazione ‘Vittime del salva banche’, che stanno manifestando nel parcheggio di Arezzo Fiere. Il decreto che ha interessato anche Banca Etruria, gridano, “ha affossato un territorio. Noi pero’ non siamo speculatori, ma risparmiatori”. I manifestanti hanno anche affisso uno striscione: “135.000 famiglie azzerate. Questo e’ fascismo”, facendo riferimento a tutte le quattro banche interessate dal bail-in (Banche Marche, Banca Etruria, Carife e Popolare Vicenza e Veneto Banca). Renzi e il governo, spiegano, “ci hanno azzerato le nostre vite. Noi siamo qui a dirgli che il 4 marzo azzereremo il Pd”. E ancora: “In tutti questi anni abbiamo sempre cercato un confronto con lui, ma Renzi si e’ sempre negato. Cosa siamo, appestati?”.

La risposta di Renzi

“Dopo che hanno citato centinaia e centinaia di volte Arezzo soltanto per la vicenda di Banca Etruria, sono felice di essere qui, in questa citta’ meravigliosa piena di valori, passione, coraggio e ideali, che merita un riconoscimento piu’ forte. Grazie Arezzo per come hai sopportato questa campagna di denigrazione”. Lo sottolinea il segretario del Pd Matteo Renzi ad Arezzo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»