Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Errani segue Bersani, Pd Emilia-Romagna sotto choc: “Ora riflettere”

BOLOGNA - Si dice "spaventato" dal
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


BOLOGNA – Si dice “spaventato” dal terremoto di queste ore. E invita il Pd a fermarsi “a riflettere su quanto è importante essere inclusivi e pluralisti” alla luce di un addio di peso come quello di Vasco Errani, annunciato questa mattina su “Repubblica”. Stefano Caliandro, numero uno Pd in Regione ed esponente della sinistra del partito, ammette di vivere questo momento “con grande difficoltà e grande dolore”.

Vasco Errani e Pier Luigi Bersani, dice ai microfoni di E’tv, “sono il Pd e la storia di questa regione e penso che tutti quelli della mia generazione che hanno iniziato a fare politica hanno avuto come esempio queste due grandi figure”. Non solo: Caliandro ricorda anche che “sono tre anni che Romano Prodi non prende la tessera” del Pd.

“Credo di non esagerare- prosegue il capogruppo sul suo profilo Facebook- nel definire questo un momento drammatico per chiunque di noi abbia creduto nel progetto di un partito che con entusiasmo abbiamo voluto e fondato e che oggi rischia di perdere l’anima e di spezzare il filo di una condivisione che è linfa vitale della nostra comunità“.

Ora “dobbiamo impegnarci affinché quel legame dato dalla mescolanza di valori, storie personali, esperienze e battaglie politiche non si perda definitivamente. Certi abbandoni- sottolinea- ci rendono più poveri e più deboli, possiamo ritrovare la nostra forza solo lavorando per ricostruire un sentimento collettivo, che poco o nulla ha a che fare con questioni di metodo e tatticismi. Dobbiamo riscoprire le ragioni che ci tengono insieme”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»