Andy Warhol, trent’anni dopo

ROMA - "Non ho mai capito perché, quando si muore, non si svanisca e basta…Ho sempre pensato che mi sarebbe
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Non ho mai capito perché, quando si muore, non si svanisca e basta…Ho sempre pensato che mi sarebbe piaciuta una lapide vuota. Nessun epitaffio, nessun nome. Bè, in realtà mi piacerebbe che ci fosse scritto ‘finzione'”.

Scompariva 30 anni fa, il 22 febbraio 1987 a New York, Andy Warhol, figura centrale del movimento della Pop art e tra gli artisti più importanti del XX secolo. Pittore, scultore, regista, produttore cinematografico, direttore della fotografia, attore, sceneggiatore, Andy Warhol è stato soprattutto un pensatore visionario e senza tempo. Ripercorriamo nell’infografica le tappe principali del suo genio e della sua vita. (Infografica grazie a https://www.stampaprint.net/it/)


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»