Da nord a sud arriva il maltempo: piogge, temporali e vento

Allerta rossa nel reggiano e parmense, arancione a Piacenza, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna e in Toscana. Gialla in Campania
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sarà un week end all’insegna del maltempo quello che caratterizzerà l’Italia, con piogge, vento forte e grandinate. Allerta rossa per rischio idraulico nel reggiano e parmense fino alla mezzanotte di domani, allerta arancione invece per le piene dei fiumi anche a Piacenza, Modena, Bologna, Ferrara e Ravenna. Le ha emesse la protezione civile dell’Emilia-Romagna sulla base delle previsioni di Arpae. Gran parte del territorio emiliano-romagnolo, informa la Regione, sara’ investito infatti “da una serie di fenomeni meteorologici intensi che potrebbero causare significativi effetti al suolo”. Questo “per l’effetto combinato di una forte ventilazione da sud-ovest, dell’innalzamento delle temperature e delle piogge, anche a carattere temporalesco sui crinali dell’Appennino centro-occidentale, che potra’ provocare lo scioglimento di parte del manto nevoso accumulato nelle settimane scorse”.

Oggi lo zero termico e’ previsto fra i 1.300 e i 1.800 metri, mentre domani scendera’ a quote intorno ai 1.000 metri. In generale gran parte delle precipitazioni, a partire dai settori occidentali, consisteranno in piogge che potrebbero provocare un rapido rialzo dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, in particolare lungo i fiumi Enza, Parma, Secchia e Panaro. Nelle zone montane interessate da precipitazioni e dalla concomitante fusione della neve presente sul suolo, sottolinea sempre la Regione, “sono possibili fenomeni franosi lungo i versanti e lungo la viabilita’, con ruscellamento e innalzamenti dei livelli dei corsi d’acqua minori”. Le previsioni di altezza d’onda e livello del mare sono “sotto la soglia di attenzione, tuttavia non si escludono locali fenomeni di dissesto favoriti dall’abbassamento della quota di spiaggia determinata dai precedenti eventi invernali”. 

ALLERTA ROSSA IN EMILIA-ROMAGNA

Il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende il precedente.

L’avviso prevede dalla tarda serata di oggi, venerdì 22 gennaio, venti da forti a burrasca dai quadranti meridionali, in successiva rotazione da quelli occidentali, su Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia, con raffiche fino a burrasca forte sulla Puglia e sui settori appenninici. Forti mareggiate sulle coste esposte. Si prevede, inoltre, dal mattino di domani, sabato 23 gennaio, il persistere di venti da forti a burrasca, dai quadranti occidentali, su Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise, con raffiche fino a burrasca forte sui settori costieri liguri e tirrenici e lungo i crinali appenninici. Violente mareggiate sulle coste esposte. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, sabato 23 gennaio, allerta rossa sulla pianura reggiana in Emilia-Romagna, allerta arancione su parte di Liguria, Emilia-Romagna e Toscana e allerta gialla su Friuli Venezia Giulia, Marche, Umbria, Lazio e Molise, su settori di Trentino Alto Adige, Veneto, Abruzzo, Campania, Basilicata, Calabria e Sardegna e su parte di Emilia-Romagna e Toscana.

ALLERTA ARANCIONE IN TOSCANA, RISCHIO MAREGGIATE

In Toscana la situazione non è migliore. La protezione civile ha prorogato sino a domani alle 13 il codice arancione per rischio idraulico e idrogeologico sul nord della regione e diramato un’analoga allerta meteo dalla mezzanotte per mareggiate sulla costa settentrionale. Lo riferisce una nota della Regione che da’ conto anche dell’ulteriore prolungamento fino alle 13 di domani del codice giallo su tutto il resto della regione per piogge, temporali e vento nonche’ per mareggiate fino alla mezzanotte di domani sul resto del litorale costiero. Gia’ da oggi pomeriggio sono attesi temporali sparsi in estensione dalla costa al resto della regione, anche di forte intensita’, con piogge diffuse fino a domani mattina, piu’ abbondanti su rilievi e province settentrionali. Dopo una temporanea attenuazione delle precipitazioni nel pomeriggio, domani sera il bollettino meteo segnala un nuovo peggioramento sul nord della regione. Sempre da oggi pomeriggio, inoltre, sono previsti venti meridionali con forti raffiche su costa, arcipelago, crinali dell’Appennino e zone sottovento con libeccio/ponente e forti raffiche domani. A sua volta il moto ondoso dovrebbe rendere nelle prossime ore i mari molto mossi o localmente agitati a nord di Capraia. Sabato, invece, a causa dell’ulteriore intensificazione il mare viene previsto agitato o molto agitato a nord di Capraia, molto mosso o agitato altrove.

ALLERTA METEO GIALLA IN TOSCANA

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con criticita’ idrogeologica di livello Giallo a partire dalle 21 di questa sera, venerdi’ 22 gennaio, e valida fino alle 15 di domani, sabato 23 gennaio. L’allerta riguarda tutte le zone della Campania ad esclusione della 4 (Alta Irpinia e Sannio) e della 7 (Tanagro) dove le condizioni meteo sono tali da non determinare criticita’ (livello verde). Si prevedono precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio e temporale; venti localmente forti dai quadranti occidentali con raffiche; mare agitato con possibili mareggiate lungo le coste esposte, e in particolare quelle del litorale della Piana Campana, di Napoli, delle Isole del Golfo e della penisola Sorrentino-Amalfitana. I fenomeni temporaleschi saranno caratterizzati da incertezza previsionale e rapidita’ di evoluzione. Si raccomanda pertanto la massima attenzione anche per effetto di possibili grandinate e fulminazioni. La protezione civile individua anche i possibili fenomeni di impatto al suolo legati al rischio di dissesto idrogeologico: – possibili danni alle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso, alle coperture e al verde pubblico (con caduta di rami o alberi); ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali, possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree depresse. Alle autorita’ competenti la protezione civile raccomanda “di porre in essere tutte le misure atte a prevenire, mitigare e contrastare i fenomeni previsti sia in ordine al rischio idrogeologico che in ordine ai venti forti e al moto ondoso, anche in linea con i Piani comunali di protezione civile”. Si segnala la necessita’ di attivare il monitoraggio del verde pubblico e delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del mare nonche’ di prestare attenzione alle successive comunicazioni della Protezione civile della Regione Campania in ordine alle allerte meteo e agli avvisi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»