Governo, De Luca: “Spettacolo al Senato, meglio del Cirque du soleil”

de luca_cirque du soleil
"C'erano dei saltimbanchi, degli acrobati, due giovanotti (i senatori Ciamplillo e Nencini,ndr) che sono andati a farsi un giro per Roma e poi sono tornati a votare allo scadere dei termini"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Veniamo da una settimana di tormenti sul piano politico. Abbiamo assistito a uno spettacolo durante il dibattito al Senato per la fiducia al governo. Se volessimo ragionare su quello che abbiamo visto, saremmo obbligati a cadere in una depressione nera. Si conferma che la riforma più urgente del Paese è quella relativa alla riapertura dei manicomi”. Lo ha detto, in una diretta Facebook, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

LEGGI ANCHE: Conte ottiene fiducia con 156 voti: “Ora rendiamo la maggioranza più solida”

“Il termine di paragone per l’Italia non sono gli altri Paesi del mondo, ma i circi equestri, il Cirque du soleil. Al Senato – ha scherzato il governatore – c’erano dei saltimbanchi, degli acrobati, due giovanotti (i senatori Ciamplillo e Nencini,ndr) che sono andati a farsi un giro per Roma e poi sono tornati a votare allo scadere dei termini. La presidente Casellati ha dichiarato chiuse le votazioni, poi socchiuse, poi riaperte. Uno spettacolo meraviglioso, se ci confrontiamo con il Cirque du soleil siamo vincitori”. “Comunque vada la crisi – ha aggiunto De Luca – finirà male. Sia che andiamo a elezioni sia che si trascini questo lungo calvario. Sul piano dell’efficienza avremo un danno enorme”.

LEGGI ANCHE: Ciampolillo e ‘il voto Var’ in Senato: l’ironia del web

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»