VIDEO | Ue, Amendola: “Proteggere i confini significa evitare terza ondata”

Enzo Amendola
"Abbiamo dimostrato in questi mesi che l'unità europea è la chiave per la sicurezza dei cittadini" dichiara a Napoli il ministro degli Affari europei
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Come abbiamo dimostrato per la variante brasiliana, proteggere i confini europei non significa chiuderli, ma significa evitare la terza ondata prima di avere specifiche importanti per analizzare le varianti. Il coordinamento tra i 27 Paesi dell’Ue è fondamentale, non solo sui vaccini ma anche sulle entrate e le uscite dal nostro continente”. Lo ha detto a Napoli il ministro degli Affari europei Vincenzo Amendola parlando del piano Ue sulle frontiere.

AMENDOLA: “SU VACCINO  RASSICURAZIONI VON DER LEYEN SONO ELEMENTO DI GARANZIA”

“Ieri – ha ricordato il ministro – i leader europei hanno affrontato il tema dei vaccini, abbiamo chiesto alle compagnie su cui l’Ue ha investito per avere le dosi in tempi rapidi. Le rassicurazioni della presidente Von der Leyen sono per noi un elemento di garanzia”.
Il tema di una patente europea per i vaccinati “è all’ordine del giorno. L’Italia e gli altri Paesi dell’Ue – aggiunge Amendola – devono correre nei piani vaccinali per proteggere i nostri cittadini. Abbiamo dimostrato in questi mesi – conclude – che l‘unità europea è la chiave per la sicurezza dei cittadini”.

LEGGI ANCHE: Covid, Ue pensa a zone ‘rosso scuro’ e accelerazione su vaccini

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»