Reggio Emilia dedica una piazza a Kobe e sua figlia Gianna

kobe bryant
Inaugurerà martedì prossimo lo spazio nel centro della città emiliana dedicato al grande campione della Nba, che proprio in Italia ha avviato la sua carriera nella pallacanestro. Si tratta della prima iniziativa di questo tipo al mondo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO EMILIA – Reggio Emilia intitolerà martedì prossimo una piazza all’indimenticabile campione della Nba, Kobe Bryant e a sua figlia Gianna: è la prima iniziativa di questo tipo nel mondo, almeno a quanto risulta al Comune. Scomparso tragicamente insieme alla figlia il 26 gennaio di un anno fa, Kobe era da sempre legato a Reggio Emilia: qui infatti trascorse alcuni anni dell’infanzia giocando nelle giovanili della Pallacanestro Reggiana, quando il padre Joe militava da professionista nella prima squadra reggiana, allora Cantine Riunite. Lo spazio intitolato a Kobe e Gianna Bryant è la nuova piazza creata di recente dopo un intervento di riqualificazione urbana realizzato dal Comune, nel tratto conclusivo di via Guasco, prospiciente il Palazzetto dello Sport.

A Reggio Emilia Kobe si perfezionò nella tecnica e nello stile del basket italiano e ‘ricambiò’ a modo suo affermandosi -dalle sue due stagioni 1989-90 e 1990-91 con la formazione giovanile dei Biancorossi della città del Tricolore ai 20 anni nella Nba con i Los Angeles Lakers- come “campione indiscusso sia di sport, sia di umanità: Bryant ha lasciato un grande segno di qualità sportiva e di affetto nella comunità”, sottolinea il Comune di Reggio Emilia. Ora la sua memoria diventa parte della città nello spazio in centro -divenuto pedonale e arricchito da nuovi alberi uno dei quali, un Ginkgo biloba, è stato di recente piantato e dedicato al campione e a sua figlia– che si chiamerà “Largo Kobe e Gianna Bryant”. Alla cerimonia di intitolazione di martedì 26 gennaio (sobria, per rispetto delle norme anti-Covid) interverranno il sindaco Luca Vecchi e il presidente della Camera di commercio Stefano Landi, in rappresentanza della Pallacanestro Reggiana e alcuni amici del campione. L’iniziativa ha patrocinio dell’Ambasciata Usa in Italia.

LEGGI ANCHE: Apre la Fondazione Andrea Bocelli, domenica l’inaugurazione nel complesso San Firenze

Scoperta la targa di intitolazione, nel corso della cerimonia verrà inoltre inaugurata una mostra fotografica en plein air “Reggiano Forever”, con maxi immagini dedicate a momenti di sport e vita di Kobe Bryant a Reggio Emilia, realizzata dalla Fondazione per lo sport del Comune di Reggio Emilia in collaborazione con ‘Sdt-Scuola di Tifo’, nell’ambito del progetto ‘Sport For Change’ dalla Regione Emilia-Romagna. La mostra sarà dotata di Qr Code da cui si potranno ascoltare narrazioni della vita del campione, grazie alle voci del videomaker e conduttore radiofonico di Radio Deejay Gianluca Gazzoli, di Andrea Menozzi e Mauro Cantarella che furono allenatori di Kobe, dell’attrice Eleonora Giovanardi, di Max Collini, voce degli Offlaga Disco Pax e di Spartiti. I testi sono stati curati da Raffaele Ferraro, fondatore della celebre pagina facebook dedicata al mondo del basket, ‘La Giornata Tipo’.

Sempre il 26 gennaio, alle 18, nel Palazzetto dello Sport di Reggio Emilia, il campione di Basket reggiano Nicolò Melli, oggi protagonista della Nba (ala dei New Orleans Pelicans), Luigi Gigi Datome, capitano della nazionale di Basket italiana e ala della Olimpia Milano, i protagonisti del podcast Gianluca Gazzoli, Eleonora Giovanardi, Max Collini, Raffaele Ferraro e altri amici del grande cestista scomparso, racconteranno il legame di Kobe Bryant con la città di Reggio Emilia nell’evento streaming “Reggiano Forever-Reggio Emilia ricorda Kobe Bryant”. L’incontro potrà essere seguito in diretta online. Nella notte di lunedì 25 e martedì 26 gennaio la fontana di fronte al Teatro municipale ‘Romolo Valli’ e gli archi dei ponti di Santiago Calatrava saranno illuminati di giallo e viola, i colori dei Los Angeles Lakers.

LEGGI ANCHE: Bologna, Bonaccini lancia l’idea del ‘passaporto vaccinale’ per gli eventi sportivi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»