Genova, la Lega contro la Soprintendenza: “Blocca hotel di lusso”

GENOVA - La realizzazione di un albergo di pregio a San Michele di Pagana, sul litorale tra Rapallo e Santa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – La realizzazione di un albergo di pregio a San Michele di Pagana, sul litorale tra Rapallo e Santa Margherita Ligure, al posto di un edificio fatiscente incrina i rapporti tra la Lega ligure e il sovrintendente ai beni culturali, Vincenzo Tinè, nominato nel 2016 su indicazione del Partito democratico.

“Sembra che il soprintendente abbia intenzione di ritirare in autotutela l’autorizzazione per i lavori di riqualificazione e quindi di bloccare un’importante opera, utile per lo sviluppo economico-turistico del nostro territorio, anche se tra fine novembre e inizio dicembre i suoi uffici avevano già espresso parere positivo al progetto- tuona il consigliere regionale e candidato sindaco di Rapallo, Alessandro Puggioni- se fosse vero, Tinè si dovrebbe dimettere. In ballo ci sono 30 nuovi posti di lavoro sul territorio che si perderebbero”.

I lavori di riqualificazione erano stati approvati all’unanimità anche dal consiglio comunale di Rapallo lo scorso 20 dicembre. “Come è possibile- si chiede Puggioni- che un ente ministeriale, così serio e importante per il territorio, possa prima decidere in un senso e poi affermare il contrario dicendo solo ‘scusate, ho sbagliato’ senza fornire un valido motivo?”. Il consigliere si dice pronto a interessare della questione il sottosegretario ai Beni culturali, Lucia Borgonzoni.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»