Scontro aperto tra Berlusconi e M5S; Lavoro, scintille tra Renzi e Bersani; A Roma gli Stati generali dei Giovani


SCONTRO APERTO TRA BERLUSCONI E IL M5S

“Nel ’94 c’era il pericolo comunista, ora c’e’ un pericolo ancora piu’ grave e cioe’ che vada al governo il Movimento Cinque Stelle”. Silvio Berlusconi torna ad incalzare il partito di Beppe Grillo. Ospite di Massimo Giletti, il leader di Forza Italia spiega che la politica ed i suoi professionisti gli fanno schifo. Ma oggi il nemico e’ rappresentato dal Movimento 5 stelle. Contro i grillini anche il premier Paolo Gentiloni, secondo il quale il M5s non avra’ mai i voti per governare. Replica Luigi Di Maio: Gentiloni fa endorsment per Berlusconi. Dovrebbe dimettersi. E Di Battista: quando Berlusconi era in politica, io andavo al liceo.

LAVORO E GOVERNO, SCINTILLE TRA RENZI E BERSANI

Il milione di posti di lavoro di cui parla Matteo Renzi e’ una fake news, un inganno. A dirlo Pier Luigi Bersani a Radio Capital. L’esponente di Leu sottolinea che non si puo’ parlare di lavoro per un impiego da un’ora alla settimana. A stretto giro la risposta del segretario Pd che ricorda come la situazione 4 anni fa fosse devastante. Allora pensammo alla quantita’, ora bisogna pensare alla qualita’ del lavoro, dice. Bersani e Renzi divisi anche dai Cinque Stelle. Per il leader Pd sono populisti, e un accordo con loro non si fara’ mai. Per Bersani, invece, va quanto meno avviato un dialogo: e’ doveroso.

A ROMA GLI STATI GENERALI DEI GIOVANI

Mezzo milioni di giovani negli ultimi anni e’ scappato dal sud Italia. A dirlo Giuseppe Provenzano, vicedirettore Svimez a margine degli Stati Generali del Forum Nazionale Giovani, a Roma. Bisogna rendere il sud piu’ attrattivo e investire sui talenti, spiega Provenzano. Gli stati generali dei giovani hanno riscosso un grande successo. Tante le proposte all’attenzione della politica, dall’estensione delle borse di studio, al fondo per gli affitti, alla riforma dei servizi dell’impiego, spiega Maria Cristina Pisani, presidente del Forum Nazionale Giovani.

AUMENTA DISEGUAGLIANZA, RICCHI SEMPRE PIU’ RICCHI

Dati shock sulla disuguaglianze nel mondo: l’1% piu’ ricco della popolazione mondiale detiene piu’ ricchezza del restante 99%. E’ quanto emerge dal rapporto Oxfam “Ricompensare il lavoro, non la ricchezza”, riferito al primo semestre del 2017 e diffuso alla vigilia del World Economic Forum di Davos, l’annuale incontro tra manager, banchieri e politici. Secondo il rapporto Oxfam, come riferisce il Sir, l’82% dell’incremento della ricchezza globale ha favorito l’1% piu’ ricco mentre il 50% piu’ povero della popolazione mondiale non ha beneficiato di alcun miglioramento.

22 Gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»