Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Pnrr, alla Valle d’Aosta 119,7 milioni per infrastrutture e mobilità sostenibile

Risorse per 83,6 milioni per l'elettrificazione della tratta ferroviaria Aosta-Ivrea e quasi 15 milioni per il quartiere Cogne
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

AOSTA – Ammonta a 119,7 milioni di euro la fetta del Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, destinata alla Valle d’Aosta dal ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili. In particolare, saranno finanziati i progetti presentati per la “Missione 2- rivoluzione verde e transizione ecologica” con 12,8 milioni di euro, per la “Missione 3- infrastrutture per una mobilità sostenibile” a cui spettano 83,6 milioni, per la “Missione 5- coesione e inclusione” a cui sono destinati i restanti 23,3 milioni.

Le risorse saranno così ripartite: 7,31 milioni per il rinnovo del parco autobus, con l’acquisto di nuovi mezzi ad emissione zero, elettrici o ad idrogeno, per il trasporto pubblico locale, e a metano, comprese le relative infrastrutture di alimentazione, per il trasporto pubblico locale extraurbano; 2,74 milioni per il rinnovo della flotta dei treni utilizzata per il trasporto regionale e per l’acquisto di ulteriori treni ad alimentazione elettrica o a idrogeno; 2,7 milioni per la riqualificazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica; 83,6 milioni per l’elettrificazione della tratta ferroviaria Aosta-Ivrea e 22,06 milioni per l’adeguamento e il miglioramento della linea ferroviaria Chivasso-Ivrea-Aosta; 14,96 milioni per il finanziamento del programma “Qualità dell’abitare”, che riguarderà il quartiere Cogne del Comune di Aosta ed infine 8,37 da suddivisi tra bassa Valle (4,7 milioni) e Grand Paradis (3,68 milioni) nell’ambito della “Strategia nazionale per le aree interne”. Ancora in fase di definizione le cifre che andranno a finanziare alcuni interventi di mobilità ciclistica, stradali e di gestione delle risorse idriche.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»