Libia, Berlusconi chiama i pescatori liberati: “Grazie a Putin, ha chiamato Haftar”

L'ex cavaliere parla del coinvolgimento del presidente russo per la liberazione dei pescatori
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MAZARA DEL VALLO – Telefonata tra il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, e Marco Marrone, armatore del ‘Medinea’, uno dei due pescherecci di Mazara del Vallo tornati arrivati ieri mattina dalla Libia al termine di un sequestro durato 108 giorni. L’armatore si trovava in compagnia del presidente dell’Assemblea regionale siciliana Gianfranco Micciche’, ieri a Mazara del Vallo per l’arrivo dei 18 pescatori. Il presidente dell’Ars ha ricevuto la chiamata di Berlusconi e a quel punto ha passato il cellulare a Marrone: “Berlusconi mi ha rappresentato tutta la sua felicita’ per l’esito felice di tutta la storia – racconta Marrone alla Dire -. Mi ha detto di avere seguito la vicenda attraverso il presidente russo, suo amico, Putin“. Stando a quanto riportato da diverse fonti di stampa, Berlusconi avrebbe detto: “Non si può dire, ma è stato Putin a farli liberare chiamando Haftar”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»