Gregoretti, Salvini: “Arrestateci tutti, è un processo al popolo italiano”

"Serve un movimento snello e orgoglioso delle sue radici, ma che guarda avanti"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Se qualcuno pensa di impaurirci o di impaurirmi con la minaccia del carcere hanno sbagliato movimento e persona. Processateci tutti, processate il popolo italiano. Non è un processo a Salvini ma al popolo italiano c’è Montesquieu che si rivolta nella tomba”. Lo dice Matteo Salvini al congresso della Lega a Milano.

“Dobbiamo capire- prosegue Salvini- che siamo ultima speranza per il cambiamento. Siamo ultima ancora di salvezza per il popolo cristiano occidentale che conta su di noi”.

“Quando torneremo al governo tra le modifiche alla Costituzione ci sara’ anche il cancellare il senatore a vita. Serve un movimento snello e orgoglioso delle sue radici, ma che guarda avanti. Chi guarda al passato- conclude Salvini- è morto”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

21 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»