Cina, frana seppellisce 33 edifici. Disperse 91 persone

A causa della valanga di terra e detriti si e' verificata anche un'esplosione, in quanto il tratto di un vicino gasdotto e' stato danneggiato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nell’area industriale di Hengtaiyu, in Cina, una frana si e’ abbattuta contro 33 edifici residenziali e ad uso industriale. Al momento i dispersi risultano 91, come riferiscono i principali media cinesi.

L’incidente e’ avvenuto intorno alle 11:40 del mattino di ieri. A causa della valanga di terra e detriti si e’ verificata anche un’esplosione, in quanto il tratto di un vicino gasdotto e’ stato danneggiato. Hengtaiyu si trova nella citta’ di Shenzen, nella provincia meridionale del Guandong. Secondo l’agenzia di stampa Xinhua, l’esplosione del gasdotto- provocata dalla frana- ha prodotto 100mila metri quadri di detriti che si sono riversati su Guangming, il distretto industriale della citta’ di Shenzen.

Un abitante, che vive a 4 chilometri dal luogo del disastro, è stato raggiunto da Xinhua e ha riferito di aver sentito una “forte esplosione” intorno a mezzogiorno: l’uomo ha spiegato di aver subito capito che doveva trattarsi di “un grosso incidente”. “Ho visto una massa di terra rossa e fango franare verso gli edifici della compagnia- ha raccontato invece un impiegato dell’azienda Liuxu Technology Co.- ma fortunatamente il nostro non e’ stato colpito, e tutto il personale e’ stato fatto uscire in sicurezza”. L’uomo ha anche aggiunto di aver visto che la frana, prima di raggiungere il centro abitato, ha incontrato lungo il suo percorso uno stagno: “Lo stagno ha frenato la valanga, altrimenti penso che i danni sarebbero stati maggiori”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»