Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Manifestazione ‘No Green Pass’, Selvaggia Lucarelli aggredita con una testata: “Totale assenza forze dell’ordine”

Lucarelli era tra i pochi, insieme agli altri operatori dell'informazione, a indossare la mascherina
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Salutata, ma con toni più simili a una minaccia, dal palco della manifestazione no green pass al circo Massimo, ieri la giornalista Selvaggia Lucarelli è stata aggredita con una testata da un manifestante presente all’evento. Lucarelli era tra i pochi, insieme agli altri operatori dell’informazione, a indossare la mascherina.

LEGGI ANCHE: No Green Pass, in migliaia senza mascherine al Circo Massimo: “Dittatura”, ed evocano le SS

“Ieri sono andata al Circo Massimo per la manifestazione no vax con cappello, occhiali, mascherina. Nessuno sapeva chi fossi. Per il solo fatto di chiedere “perché è qui oggi?” sono stata aggredita in ogni modo possibile (denuncerò). Presto il video integrale su @DomaniGiornale”, scrive la giornalista su twitter.

Nelle immagini si vede un uomo che le intima di andarsene. “Me ne frega un cazzo, allora te ne vai, te ne vai”, dice e improvvisamente da’ una testata a Lucarelli. La giornalista aggiunge: “Tutto questo è stato possibile grazie alla totale assenza delle forze dell’ordine nell’area del Circo Massimo. Erano solo fuori, ben distanti dai manifestanti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»