hamburger menu

Il Canada dice addio alle centrali a carbone entro il 2030

Situate in quattro province, le centrali sarebbero responsabili di circa il 10 per cento delle emissioni di gas a effetto serra del Paese

Pubblicato:21-11-2016 16:46
Ultimo aggiornamento:17-12-2020 09:20
Canale: Mondo
Autore:
centrale a carbone
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

centrale a carbone inquinamentoROMA –  Basta con le centrali a carbone: parola del ministro dell’Ambiente del Canada, Catherine McKenna, che oggi ha annunciato l’addio a questo tipo di impianti entro il 2030.

Situate in quattro province, Alberta, Saskatchewan, New-Brunswick e Nova Scotia, le centrali sarebbero responsabili di circa il 10 per cento delle emissioni di gas a effetto serra del Paese.

Secondo McKenna, a oggi circa l’80 per cento dell’elettricità prodotta in Canada deriva da fonti rinnovabili. L’obiettivo, ha aggiunto il ministro, è arrivare al 90 per cento entro il 2030.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2020-12-17T09:20:11+01:00