Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il futuro arriva dalla tradizione, ecco l’assemblea nazionale della Cna

ROMA - “Ripartiamo dall’Italia e dalle imprese. Dalla tradizione il futuro”. È
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ripartiamo dall’Italia e dalle imprese. Dalla tradizione il futuro”. È l’invito che parte dall’Assemblea Nazionale della CNA. Oltre mille imprenditori riuniti sabato 21 novembre a Campi Bisenzio (Firenze) per l’annuale appuntamento. Insieme per rilanciare l’attenzione sulla forza del Made in Italy.

Nel 2014 lo scenario è stata un’azienda metalmeccanica di Mirandola (Modena). Quest’anno è stata scelta un’impresa che porta avanti da quindici generazioni il saper fare italiano: la Giusto Manetti Battiloro, specializzata nella lavorazione dell’oro dal Seicento.

In apertura i saluti del Sindaco di Firenze Dario Nardella e del Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. A seguire l’intervento dello storico dell’arte Philippe Daverio sul tema “Il valore del Made in Italy: tra cultura e impresa”. A seguire la relazione del Presidente della CNA Daniele Vaccarino.

I lavori si concluderanno con la tavola rotonda sul tema “Made in Italy: politiche per una crescita progressiva”, che vedrà la partecipazione del Ministro dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare, Gian Luca Galletti, e del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»