Coronavirus, Bella (M5s): “Mes e lockdown adesso non servono”

Lo dice Marco Bella, deputato M5s, professore associato in chimica, membro della commissione Cultura e scienza di Montecitorio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “L’ondata finira’, l’epidemia non durera’ per sempre. Adesso dobbiamo prestare molta attenzione, non spaventarci perche’ il panico non serve e usare quella prudenza che dopo l’estate abbiamo dimenticato”. Lo dice Marco Bella, deputato M5s, professore associato in chimica, membro della commissione Cultura e scienza di Montecitorio, intervistato via Skype dalla Dire.

Il dpcm varato domenica scorsa e’ troppo blando? Bella non e’ d’accordo con la linea rigorista di una parte della maggioranza: “Non e’ detto che con misure veramente drastiche riusciamo a controllare il virus- continua- di contro distruggiamo sicuramente l’economia. In pochi mesi abbiamo imparato tantissimo sull’epidemia, abbiamo capito che tra i giovani la trasmissione e’ molto ridotta, ecco perche’ in Irlanda dove stanno facendo un lockdown molto duro le scuole sono aperte“.

Secondo il deputato pentastellato, “il virus si puo’ controllare grazie all’aiuto di tutti, perche’ si diffonde a causa di comportamenti scorretti. L’importante e’ avere regole semplici e capirle”. Sono tre le norme, “i pilastri”, da rispettare: “Distanziamento sociale, mascherine e igiene delle mani“. Bella attende fiducioso le prime dosi di vaccino e il ritorno della primavera nel 2021: “Dobbiamo guardare a un orizzonte di 7-8 mesi”, sottolinea.

Il Mes va attivato? “Come ha detto il presidente Conte in questo momento non serve. Sono dei prestiti- evidenzia- possiamo sempre andare sul mercato a finanziarci dove i tassi sui titoli sono bassissimi. Poi se la situazione peggiora faremo altre valutazioni”. Insomma, “io non andrei a fare guerre ideologiche ‘Mes si’ Mes no’, il fatto che nessuno dei nostri vicini l’ha attivato ci deve far suonare un campanello d’allarme”.

Infine gli Stati generali del Movimento 5 stelle: “Troveremo una soluzione tutti insieme per lavorare meglio, abbiamo bisogno di parlarci, ascoltare i cittadini e i nostri iscritti”, conclude Bella.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

21 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»