D’Incà: “Per potenziare il trasporto pubblico anche taxi e Ncc”

"Fino ad ora, sono stati impiegati 1.770 bus privati che hanno garantito il potenziamento di 4.000 tratte”
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA –  “Con i decreti legge ‘Rilancio’ e ‘Semplificazioni” è stata prevista la possibilità di ricorrere ai taxi e ai servizi Ncc per potenziare i servizi di trasporto pubblico, l’istituzione di buoni viaggio da utilizzare entro il 31 dicembre 2020 per gli spostamenti effettuati a mezzo taxi o NCC, e sono state introdotte procedure semplificate per l’affidamento dei servizi aggiuntivi. Fino ad ora, sono stati impiegati 1.770 bus privati che hanno garantito il potenziamento di 4.000 tratte”. Lo dice il ministro ai Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, rispondendo, durante il question time in aula alla Camera, a una interrogazione di Fratelli d’Italia – rivolta alla ministra delle Infrastrutture – sulle iniziative volte a garantire la sicurezza e l’efficienza dei servizi del trasporto pubblico locale e del trasporto ferroviario regionale alla luce dell’emergenza da Covid-19.

TRASPORTI, D’INCÀ: “STUDI INTERNAZIONALI CONFERMANO BASSO CONTAGIO”

La ministra ai Trasporti Paola De Micheli “ha rappresentato di essere già intervenuta, a seguito delle segnalazioni pervenute, per garantire il rispetto delle misure di contenimento, il rafforzamento dei controlli, il monitoraggio dell’andamento della domanda, collegata agli orari di apertura dei luoghi di lavoro e delle scuole, l’incremento del numero di corse”, prosegue il D’Incà. La Ministra De Micheli, aggiunge D’Incà, “ha anche illustrato gli studi internazionali che confermano la bassissima correlazione tra il riempimento dei mezzi di trasporto e l’incremento del numero dei contagi. Ciò, sulla base delle evidenze scientifiche attualmente disponibili ed in considerazione dei tempi di permanenza media dei passeggeri, come affermato dal Comitato tecnico scientifico nella seduta del 26 agosto 2020 in sede di approvazione delle vigenti linee guida. Le Regioni hanno confermato di aver già provveduto ad incrementare i mezzi, utilizzando 120 dei 300 milioni di euro a disposizione, ricorrendo all’affidamento ai privati”.

TRASPORTI. D’INCÀ: “GOVERNO DISPONIBILE A TAVOLI PERMANENTI SU CRITICITÀ”

“È stata confermata la volontà del Governo di costituire tavoli operativi permanenti finalizzati alla risoluzione delle situazioni di maggiore criticità”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

21 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»