Conduttura riparata a Palermo, ripresa l’erogazione idrica

Si tratta comunque di un intervento provvisorio effettuata in emergenza: quello principale sarà più complesso e sarà eseguito nei prossimi giorni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PALERMO – Conclusi a Palermo i lavori per la riparazione della tubazione di alimentazione della zona Nord della città, servita dal serbatoio ‘Petrazzi Basso’, dopo il danneggiamento subito ieri per un errore da parte di una ditta privata che ha causato l’interruzione idrica per circa 250mila palermitani. L’Amap sta ripristinando la regolare pressione di distribuzione in tutta la rete idrica. Si tratta comunque di una riparazione provvisoria effettuata in emergenza: l’intervento principale sara’ più complesso e sarà eseguito nei prossimi giorni. Amap informa in una nota che “durante la fase di riempimento della rete potrebbero verificarsi temporanei aumenti della torbidità dell’acqua che tenderanno a risolversi in breve tempo”.

ORLANDO: “GRAZIE ALL’AMAP, OPERAI HANNO LAVORATO SENZA SOSTA”

“Desidero esprimere il mio sentito ringraziamento ed apprezzamento per l’Amap, i suoi tecnici ed i suoi operai che da ieri pomeriggio hanno lavorato senza sosta fino a stamattina per ripristinare l’erogazione idrica in città“. Lo ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, all’indomani dei danni arrecati da una impresa privata ad una conduttura principale di adduzione di acqua alla zona nord della città che ha costretto Amap a sospendere l’erogazione idrica. “In attesa che siano accertate le responsabilità di quanto accaduto e che si programmi un intervento di riparazione definitiva della condotta, il lavoro delle maestranze di Amap ha permesso di limitare al massimo possibile i disagi ai cittadini che già in queste ore hanno nuovamente l’acqua corrente“, ha concluso Orlando

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Si tratta comunque di un intervento provvisorio effettuata in emergenza: quello principale sarà più complesso e sarà eseguito nei prossimi giorni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Fai clic sul pulsante modifica per cambiare questo testo. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

21 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»